Anche i rivoluzionari invecchiano, se è vero che dal primo, omonimo disco dei Rage Against the Machine sono passati venti anni. Ma invecchiano bene, se è altrettanto vero che i quattro membri del gruppo – Zack de la Rocha, Tom Morello, Tim Commerford e Brad Wilk – sono ancora attivi sulla scena musicale e addirittura in odore di reunion. E soprattutto se, all’ascolto, le tracce di quel loro fulminante esordio appaiono ancora così fresche e potenti.

Non ne siete convinti? Morello e soci vi danno l’occasione di ricredervi con la ristampa, in occasione del ventennale dell’uscita, di Rage Against the Machine (per l’occasione rinominato Rage Against the Machine – XX), che sarà disponibile a partire dal 27 novembre in diverse versioni: cd singolo con tre tracce bonus; doppio cd con dvd bonus; deluxe box con due cd, due dvd, un vinile, un poster e un libro di 40 pagine. I due dvd conterranno videoclip ed esibizioni live, mentre il secondo cd è costituito dalla demo del disco. Il booklet conterrà dei testi aggiuntivi di Chuck D, storico leader dei Public Enemy.

Negli anni, i Rage Against the Machine sono diventati una delle formazioni rock più influenti sulla scena, non solo grazie al loro sound originale e alla mistura di rap e metal, ma anche per merito del loro impegno sociale, che ha fatto di loro una delle band più politicizzate sulla scena. L’occasione per rispolverare i loro inizi in attesa di un loro (eventuale) ritorno è a portata: tocca a voi non lasciarvela sfuggire. Nel frattempo, ecco un ripasso della loro carriera in sei videoclip, tra cui quello di Sleep Now in the Fire, diretto da Michael Moore, per il quale i quattro musicisti “occuparono” l’ingresso della Borsa di New York.