di Fabrizio Basso

Trasmettere emozioni con la musica è il loro lavoro. Ma trasmetterle anche quando si chiacchiera non solo non è il loro lavoro ma è una illuminazione. I Negramaro pubblicano una raccolta dei loro successi arricchita da sei inediti e da tre altre canzoni che completano la collana di perle colorate. Come colorata è la cover di Una Storia Semplice. Si tratta di E così sia scritta da Sangiorgi per Mina e mai eseguita da loro. Poi ci sono Es-senza, prima canzone dell'album d'esordio del 2003, e Malinconie, che nel primo disco doveva entrare ma rimase esclusa perché la credevamo di un'altra epoca. Sky.it li ha incontrati a Milano nella sede della Sugar, la loro etichetta discografica.

Perché una raccolta oggi?
Non c'è un momento giusto. Per noi è un avvenimento e anche un giusto compromesso. Ci sono sei inediti e tre brani praticamente nuovi. Potevamo fare un disco solo con questo e invece abbiamo scelto di raccontarci. Sono oltre dieci anni che siamo in giro.
Insomma non è un best.
Quello deve ancora arrivare.
Che dite di questi primi dieci anni abbondanti?
Sono importanti come trenta per un solista. Da soli il tempo si dilata e si metabolizza più lentamente. Con la band c'è un confronto quotidiano che cambia i rapporti col tempo.
Dura scegliere cosa escludere?
Dura è un eufemismo. E' stato lacerante. E' come entrare in analisi.
Addirittura?
Eccome. Abbiamo scavato dentro di noi per guardare avanti
E' la fase del superamento di Casa 69?
E' stato l'apice di un lavoro in studio. Uscire oggi con un nuovo disco sarebbe stato come maltrattare un figlio.
Andrete a Sanremo?
No. Non ci piacciono le gare. So che la voce è circolata ma nessuno ce lo ha mai chiesto. E neanche abbiamo detto no a Fabio Fazio. Non ce n'era motivo non avendone mai parlato.
Guardiamo avanti?
Ci piace osservare oltre. Con Una Storia Semplice siamo al ritorno al futuro. Ci piace guardare avanti. Abbiamo tante canzoni nel cassetto, le teniamo buone per il prossimo disco di inediti. Anche se la storia insegna che alla fine scegliamo canzoni di scrittura più recente quando si tratta di definire la tracklist.
Tour?
Ci stiamo lavorando. Vorremmo andare all'estero.
Si mormora di San Siro a giugno 2013.
Ne riparliamo più avanti. Così abbiamo una occasione per rivederci.