Il 13 novembre, in tutto il mondo, esce Noi, il nuovo album di Eros Ramazzotti. L'artista rompe un silenzio durato oltre tre anni e interrotto il 12 ottobre da Un angelo disteso al sole, il singolo che ha anticipato l’uscita ma anche le atmosfere musicali del nuovo progetto discografico, il primo su etichetta Universal Music. Prodotto da Eros Ramazzotti, con la collaborazione di Luca Chiaravalli, contiene quattordici nuovi brani musicalmente rivestiti di un sound molto internazionale, grazie anche ai missaggi realizzati da Jeremy Wheatley. Per i temi, le storie e le esperienze a cui si ispirano i testi, il disco ritrova quell'italian style di cui Eros è indiscusso rappresentante in tutto il mondo.

Noi è un disco viscerale, diretto, adulto e positivo. Ramazzotti esplora e racconta sentimenti come l’amore, l’amicizia e l’affetto paterno; affronta temi universali come l’uguaglianza tra i popoli e la libertà cercando anche in se stesso, nelle sue storie di vita, come in Polaroid che è un omaggio a Cinecittà, il quartiere di Roma dove è nato.

Noi è anche un album ricco di nuovi incontri con altri artisti. A cominciare da quello con Nicole Scherzinger, ex leader delle Pussycat Dolls, con cui è nata Fino all'estasi. E' l’inconfondibile voce di Giancarlo Giannini (sostituito da Andy Garcia nella versione inglese e spagnola) a scorrere sul finale di Io sono te. Eros sceglie poi il rap dei Club Dogo per fraseggiare, in un gioco di contrasti, in Testa o Cuore, brano che rappresenta la chiusura al compromesso e la richiesta all’altro di una dichiarazione definitiva di intenti. Con Il Volo, il trio di giovanissimi tenori italiani, Ramazzotti invece canta Così, un brano di grande apertura melodica che nel refrain trova la massima intensità con l’incontro insolito delle quattro voci. Infine collabora con gli Hooverphonic in Solamente uno: note leggere, molto ritmate per un brano che è un invito a tagliare fuori dalla propria vita le false amicizie e le persone che ci ingannano.