di Fabrizio Basso

Arisa e le persone. Perché lei ama le persone. E crea un po' di mistero sulla sua identità sessuale. Poi annuncia che pensa a un disco di cover, mentre il mondo discografico le considera un ripiego per mancanza di creatività, difende i suoi gruppi di X Factor, e soprattutto pubblica un live che è la sintesi di un periodo, lungo almeno un paio d'anni, che la ha vista protagonista su più fronti. Sky.it la ha incontrata e intervistata a Milano.

Arisa partiamo dal disco?
Chissà poi dove andiamo a parare. E' il concerto fedele che ho portato in giro, con le sue cover e alcuni brani riarrangiati per la versione live.
Chi l'avrebbe mai detto solo pochi anni fa.
Uno shock anche per me: in una settimana mi sono trovata da estetista a cantante al Festival di Sanremo.
Ci ha messo molto a riprendersi?
Un po' ma sono ripartita con le idee chiare.
Che ora le fanno sognare un disco di cover?
C'è la brutta abitudine di considerarle dei ripieghi. Io non la penso così.
Come la pensa?
Se non hai niente da comunicare, niente che faccia parte della tua vita e della tua anima meglio le cover.
Ci parli dei due inediti.
Il primo è Meraviglioso Amore Mio ed è estratto dal nuovo film di Fausto Brizzi Pazza di Me. E' la storia di un uomo che subisce una famiglia matriarcale e dunque ha paura di amare.
Il secondo è Senza Ali: ha la sua firma.
Insieme a quella di Giuseppe Barbera. E' la prima volta che un brano che porta la mia firma viene eletto a dignità di singolo.
Di che tratta?
Non d'amore. Scava in un mio bisogno ancestrale, quello di avere dei segnali da una entità superiore.
Come va a X Factor?
Lavorare sui gruppi è dura.
Le sono rimasti i Freres Chaos.
Sono fragilissimi. Per loro sono discografica, mamma e amica.
Una e trina.
Credo molto in loro, hanno qualità non comuni e spunti originali ma sono suscettibili a certi tipi di giudizi e dunque vanno protetti.
Lei invece è forte.
Sono una lavoratrice. E considerato che si può campare fino a cent'anni ne ho ancora da fare.
Tempo fa abbiamo letto che aspetta di amoreggiare con una donna.
Non rinnego nulla ma non avevo detto proprio così. Mi hanno chiesto cosa mi manca e io ho replicato che potrei fare outing e da lì è nata la vicenda.
Quindi?
L'amore non sta sotto la pancia ma in quello che senti.
E lei che sente?
Come canta Gigi D'Alessio l'amore non ha sesso, il brivido è lo stesso.