di Marco Agustoni

Sono passati solo pochi giorni dalla finale dei record con cui si è concluso X Factor 6 - oltre un milione di spettatori di media per l'ultima serata, con uno share complessivo del 3,6% che ha sfiorato picchi del 5,2% e un totale di 3.800.000 voti - e già i protagonisti dell’evento che ha reso Sky Uno il canale più visto della piattaforma Sky sono in pista per il dopo partita. Ics, Davide e Cixi, che nel cammino verso la vittoria si sono arresi solo di fronte al talento di Chiara, si sono messi in gioco per promuovere i loro EP, che contengono gli inediti più alcune cover cantate durante il talent show e che sono già schizzati in cima alle classifiche di vendita di iTunes. Ancora reduci dalla sbornia di applausi della finale, i tre hanno trovato il tempo di fare il punto della situazione con noi, in attesa dei prossimi appuntamenti: X Factor the Movie, in onda su Sky Uno giovedì 13 dicembre alle 23, e lo spettacolo X Factor On Ice, il 23 dicembre al Palavela di Torino.

Partiamo dall’inizio, ovvero dal modo in cui i tre hanno deciso di farsi coraggio e di buttarsi nella mischia dei casting di X Factor. “È successo davvero per caso” racconta Davide, “a settembre ho cominciato ad andare al karaoke e siccome ero bravo i miei amici mi hanno spinto ad andare ai casting”. Anche Cixi ha avuto bisogno di una spintarella: “Sono state le persone che mi seguivano su Youtube a spingermi a provarci”. Ics, invece, ha maturato la decisione di sua spontanea volontà: “L’anno scorso ho seguito X Factor sia Italia che USA e ho notato che nella versione americana c’erano dei rapper. Al che mi sono chiesto: e perché in Italia no?”.

Ma anche una volta presi tra i magnifici dodici della fase finale, erano loro stessi a vivere la loro esperienza con disincanto. Racconta Davide: “All’inizio ero io il primo a non crederci, non mi sentivo all’altezza del palco. Ma là dentro ho conosciuto persone che mi hanno aiutato davvero – prima di tutto Simona, ma anche gli altri giudici – e che hanno creduto in me: loro mi hanno spinto a non mollare”. Anche per Ics l’impatto è stato traumatico: “Alla prima puntata nessuno avrebbe puntato cento lire sul mio passaggio alla serata successiva. A una persona diversa può capitare di piacere o di non piacere, e io spesso non piacevo. Ma ho imparato a fare di questa mia diversità un punto di forza”. Il percorso, insomma, non è sempre stato facile, ma i giudici non hanno mai fatto mancare il loro supporto. Dice Cixi: “Sono soddisfatta degli esperimenti fatti, Elio è stato una specie di scienziato. È stato bello condividere quest’esperienza come una persona così, anche se non traspare Elio è un panda. Mi ha fatto scoprire tanti miei lati, ora so che sono in grado di ballare e non sono una scaloppina!”. E se ora potesse ricambiare, per mettere un po’ in difficoltà il leader delle Storie Tese cosa gli farebbe cantare? “Gli assegnerei un pezzo di Caparezza… però dovrebbe mettersi anche i capelli finti!”.

Per arrivare fino in fondo, i ragazzi si sono trovati a fare un po’ di tutto. A volte anche a stravolgere se stessi, come Davide che per alcune puntate è stato trasformato dal suo giudice Simona Ventura in un sex symbol per ragazzine: “Era un tentativo di fare qualcosa di diverso. Ero entrato cantando Battisti e Ranieri e piacevo alle nonne, per cui c’era bisogno di provare ad attrarre un pubblico più grande”. E sempre Davide ha dovuto superare il grande scoglio di cantare in inglese: “Io l’inglese non lo sapevo proprio, per cui è stato difficile, sono stato sveglio le notti per imparare le canzoni. Ora sono migliorato, qualche parola la capisco… ma se uno mi fa un discorso complesso, gli dico che I don’t speak english!”. X Factor è stata anche l’occasione di fare incontri da ricordare, come quello raccontato da Cixi: “Conor Maynard per me è un punto di riferimento, perché ha fatto tutto da sé e si è fatto conoscere su Youtube. Perciò quando l'ho visto dal palco e mi ha detto «Ciao bella!» per me è stato il massimo”. Ma anche incontri bizzarri: “L’esperienza più strana nel loft è stata conoscere Nevruz: io e lui siamo come il diavolo e l’acqua santa, ma è una bella persona e prenderlo per mano e portarlo a conoscere Biscotto [ndA: il panda di peluche di Cixi] è stato divertente. Anche lui è un panda. Elio dice di non essere un panda, ma si circonda di panda!”.

E adesso? E adesso c’è il dopo: Ics ha L’autostima di prima mattina, Cixi Non sono l’unica e Davide 100.000 parole d’amore. Ognuno ha insomma il suo inedito e un EP da cui cominciare. Anche affidandosi agli altri, come Davide: “Se seguivo la mia testa non ero neanche qui, per cui sono felice di affidarmi a persone a cui voglio bene e che credono in me”. E visto che il suo inedito lo ha scritto Max Pezzali, il concorrente di Simona Ventura si concede anche un sogno: “Mi piacerebbe cantare 100.000 parole d’amore in duetto con lui”. Capito Max? Ics invece ha già le idee ben chiare: “Punto a diventare una popstar con l’arma del rap”. E Cixi guarda all’immediato: “Sono già tornata alla carica su Youtube… e adesso farò una cosa in collaborazione con Ics, vogliamo fare un mashup di canzoni stupide, una cosa improvvisata, sono sicura che verrà bene”. Insomma, sul palco di X Factor si sono fatti amare pressoché da tutti. Ora non gli rimane che raccogliere i frutti di quanto seminato anche al di fuori del talent dei record di Sky Uno.