Il primo giugno Londra ospita un concerto eccezionale, e non solo per il livello degli artisti coinvolti che saranno Beyoncé (che presenterà l'evento), Madonna, Jennifer Lopez, Ellie Goulding, Florence + The Machine, Laura Pausini, John Legend, Iggy Azalea, Haim, Rita Ora, Timbaland, Kylie Minogue, Blake Lively, Zoe Saldana, Jessica Chastain e altri ancora che si aggiungeranno in corsa daranno voce a The Sound of Change Live, il concerto benefico organizzato da Chime for Change, la campagna globale promossa da Gucci a sostegno delle donne e delle bambine di tutto il mondo, con un comitato fondatore d'eccezione: la stessa Beyoncé, Salma Hayek Pinault e Frida Giannini, direttore creativo della maison di moda.

L'appuntamento è su Sky Uno HD il primo giugno alle ore 19, in diretta e in esclusiva.
Il best of dell'evento, della durata di due ore, sarà poi riproposto sul canale Sky Uno HD lunedì 3 giugno alle ore 23 e martedì 4 giugno alle 19.10. E dal 5 giugno il concerto sarà disponibile su Sky On Demand.

Il concerto ha l'intento di raccogliere fondi per aiutare le associazioni da sempre impegnate nella tutela della salute, della giustizia e dell'istruzione di bambine e donne sparse per il mondo. Il ricavato della vendita dei biglietti sarà interamente devoluto a sostegno di queste associazioni, che condividono con Chime for Change la missione di rendere reale un cambiamento. Per la prima volta nella storia ogni spettatore può decidere liberamente l'associazione cui devolvere il ricavato dal suo biglietto.

Come fondatore di Chime for Change, Gucci sosterrà il concerto e devolverà il ricavato dalla vendita di tutti i biglietti (meno l’iva e i diritti di vendita) a sostegno di progetti mirati a un cambiamento reale per le bambine e le donne, specificatamente nel campo dell’istruzione, della salute e della giustizia.

The Sound of Change Live si terrà al Twickenham Stadium di Londra. Intanto Chime for Change ha lanciato un secondo cortometraggio, The Dream Catcher, che racconta la vita quotidiana di una giovane donna che grazie alla sua caparbietà è riuscita a fondare una scuola oggi frequentata da oltre 1.200 bambine, in Pakistan.