di Fabrizio Basso

Appare, col suo elegante ritardo, dalla porta principale dell'hotel. Sorriso all'americana, andatura fiera, look un po' troppo adulto per i suoi vent'anni. Certo Demi Lovato è sempre stata un passo oltre la carta di identità ma se qualcuno la aiutasse a essere una post adolescente ne trarrebbero vantaggio tutti. Comprese le decine di fan sedute, silenti e pazienti, nei giardini di fronte all'albergo. Nulla a che vedere con le orde barbariche che tifano gli One Direction. I fan di Demi sono piccoli lord e piccole principesse. Magari con un look un po' dark, ma i modi sono signorili.

Demi, come va?
Molto bene, "Demi" che ora le racconto credo sia il più bel disco che io abbia fatto.
In base a cosa?
La ricerca del suono, ho eliminato elettronica e dubstep per un suono più pulito.
Anche la sua vita lo è.
Mi sono lasciata dietro le spalle un periodo difficile. Ora mi impegno socialmente dopo quello che mi è capitato.
Autolesionismo, bulimia e anche bullismo.
Su quest'ultima voce le dico che io sono una sostenitrice dei social network ma temo il cyberbullismo. Sono ambasciatrice di Secret - Mean Stinks, che si occupa di prevenire ed eliminare il bullismo verso le ragazze.
Ma non si ferma qui.
No. Sono ambasciatrice anche di Free the Children che opera a domicilio per aiutare persone difficili a rientrare in società.
Infine c'è la Charity Boutique.
Per sovvenzionare le mie campagne vendo miei vestiti e oggetti di quando ero piccola.
Ma lei cosa la ha salvata?
Indubbiamente la mia famiglia e i miei amici. Mi sono stati vicini nei miei ricoveri. Guardi, io non ho paura a condividere le mie esperienze.
Ne porta i segni.
Intende i tatuaggi?
Beh hanno un significato (alcuni coprono cicatrici, ndr).
Sulle dita ho scritto Rock e Peace, per me sono come due mantra. Poi ci sono gli altri.
I social aiutano molto a comunicare.
E' vero, sono fondamentali per raccontare cose personali. Ma bisogna stare attenti a non farne idoli. Sono comunque dei falsi miti e bisogna fare attenzione. Uno degli aspetti della rete che più mi inquieta è il cyberbullismo. E' per questo che mi spendo in prima persona.
La sua amica Selena Gomez in "Spring Breakers" è una rapinatrice in bikini: che pensa di film così forti interpretati da ex Disney Girl?
Le dico la verità, io quel film non lo ho visto.
Perché?
E' uscito in un momento difficile, non potevo assistere a scene così forti.
Tour?
Per ora niente.
Film?
Per ora niente.
Non fa mai niente?
Farò di nuovo X Factor Usa: la terza edizione, la seconda con la mia partecipazione. Al mio fianco Kelly Rowland e Paulina Rubio.
Visto che non fa nulla (ride, ndr) che fa nel tempo libero?
Sto a casa, frequento gli amici, dormo, guardo film e telefilm.