Un brillante scienziato con la testa di uno scarafaggio, una quasi sposina colpita da un meteorite e diventata alta 15 metri, un ammasso gelatinoso molto emotivo, un megainsetto che spara seta, e una creatura metà scimmia metà pesce, con un debole per le donne.
Questa la buffa squadra che affronta un megalomane e minuscolo E.T in Mostri contro alieni di Rob Letterman e Conrad Vernon, il nuovo film d'animazione in 3D targato Dreamworks, in arrivo nelle sale italiane il 3 aprile, in 550 copie di cui 60 in 3d distribuito da Universal.

I protagonist, nella versione originale, sono stati doppiati da un cast che comprende il premio Oscar Reese Witherspoon, Kiefer Sutherland, Hugh Laurie e i comici Will Arnett e Seth Rogen.
"Penso sia un film bellissimo. I miei figli lo adoreranno - spiega Reese Witherspoon -. Piacerà molto ai ragazzi perchè è pieno d'azione e d'avventura ma sarà amato anche dalle donne, perchè il suo messaggio è rivolto a loro, esortandole a trovare se stesse e capire quanto valgono. Inoltre è un film divertente, quindi penso sia davvero per tutti".

La storia, che trae spunto dai B movie di fantascienza anni '50, ma cita anche un'altra decina di film, da Incontri ravvicinati del terzo tipo a Il Dottor Stranamore, parte dall'inaspettato incidente che capita a Susan (con la voce della Witherspoon, e nella versione italiana, di Myriam Catania), giovane donna, che pochi minuti prima di sposarsi, viene colpita da un meteorite e diventa una gigantessa di 15 metri.
Catturata dall'esercito, la donna, ribattezzata dai militari Ginormica, viene portata in una segretissima struttura creata negli anni '50, dove stringe amicizia con altri 'mostri' tenuti prigionieri: l'acuto dottor Professor Scarafaggio; Anello Mancante, creatura 'scongelata' 20.000 anni dopo l'Era glaciale); il mega Insettosauro, e il gelatinoso B.O.B. L'occasione di tornare liberi per loro arriva quando il governo li recluta per salvare il mondo dal megalomane alieno Galaxhar.