di Marco Agustoni

Come canta Bugo nel suo ultimo album, "c'è crisi dappertutto". Crisi, infatti, è diventata la parola d'ordine e chiave di lettura di ogni discorso o considerazione degli ultimi tempi. Anche le sitcom e le serie tv hanno deciso di confrontarsi con il tema della recessione economica e il Telefilm Festival, giunto quest'anno alla sua settima edizione, ha subito captato la tendenza. Dai Simpson a 30 Rock, da Desperate Housewives a Ugly Betty, la rassegna dedicata ai telefilm - quest'anno all'Apollo SpazioCinema di Milano dal 7 al 10 maggio - ha deciso di proiettare alcuni episodi di serie di successo i cui protagonisti se la devono vedere con gli effetti della crisi globale.

Ma nel mondo dei telefilm è stato un anno di crisi anche per altre ragioni, o meglio, per un motivo ben preciso: lo sciopero degli sceneggiatori che ha costretto le produzioni televisive a prendere misure d'emergenza. Ammettono gli organizzatori del Telefilm Festival che quindi questo è stato un anno di stagnazione, per il mondo della fiction tv. Ma aggiungono anche che è proprio in seguito a questi periodi che poi arrivano i grandi capolavori. A suscitare le aspettative maggiori, sempre a detta dell'organizzazione, è la serie The Mentalist, sul detective sensitivo Patrick Jane. Grande curiosità anche per la fiction tv nostrana tratta dal film Non pensarci, che avrà come protagonisti gli stessi attori del film (Valerio Mastandrea, Anita Caprioli e Giuseppe Battiston), ai quali si aggiunge la simpatica Luciana Littizzetto.

Il festival dedicherà inoltre quest'anno una rassegna a Baywatch, celebre telefilm con David Hasseloff e Pamela Anderson che compie vent'anni, e proietterà il finale di stagione di ER con l'atteso ritorno di George Clooney. Ma non finisce qui. Ampio spazio, quest'anno, alla fiction tv dedicata ai bambini e ai teenager, da Hannah Montana e Sonny tra le stelle alla serie incentrata sui pinguini di Madagascar. Con un'ospite d'eccezione, ossia Laura Natalia Esquivel, protagonista della telenovela argentina Il mondo di Patty. E dato che si parla di Argentina, va sottolineato come il programma del TF prenda in considerazione serie da tutto il mondo, dal Brasile di Mandrake fino all'Egitto, che partecipa alla rassegna con l'originale Coiffeur Ashwaq, sitcom ambientata in un salone di parrucchiere che affronta tematiche sociali rilevanti con umorismo e leggerezza. Insomma, da True Blood ai Liceali 2, passando per The Listener e Dr. House, ce n'è davvero per tutti i gusti.

Guarda la fotogallery del Telefilm Festival