di Andrea Bassi

Promette faville la terza stagione di Boris. "Sarà tutto molto peggio", assicura Luca Vendruscolo che insieme a Giacomo Ciarrapico e Mattia Torre è uno dei tre sceneggiatori dell’esilarante e pluripremiata serie tv prodotta da Wilder per Fox Channel Italy.
Davanti ad una sala piena zeppa di pubblico, con molti fan rimasti fuori senza poter entrare, cast e autori si sono presentati al Roma Fiction Fest in una forma scoppiettante.
Ai tanti partecipanti la produzione ha regalato il filmato del backstage che ricostruisce i momenti più interessanti e gustosi raccolti sul set della passata stagione della sit-com di successo, ormai una vera e propria serie di culto, in onda su Fox (canale 110 di Sky).
Dalle immagini si capisce che lavorare a Boris è molto divertente e che i risultati sono il frutto di un grande lavoro di squadra, grande affiatamento e professionalità, percepiti e per questo premiati dall'affetto e dalla fedeltà degli spettatori.

A fine luglio inizieranno finalmente le riprese degli episodi della terza serie, previsti in palinsesto dal prossimo inverno. Novita? Alla regia una new entry : Davide Marengo, candidato nel 2007 ai David di Donatello per la sua opera prima Notturno Bus.
Qualche altra anticipazione? In Boris 3 non si racconterà più la fiction "Gli occhi del cuore". Così René, sempre interpretato dallo straordinario Francesco Pannofino, avrà l'occasione dopo tanta cialtronaggine di girare un medical drama in cui “crede tantissimo”, per riscattarsi finalmente come regista e dare un senso alla sua esistenza.
Volete di più? Lorenzo Mieli, amministratore delegato di Wilder, si lascia scappare che la vita dei personaggi di Boris "sarà molto lunga". Vedremo un Boris 4? Chissà.