di Andrea Bassi

Proprio come Ellery Queen e Jessica Fletcher (la Signora in giallo) un autore di crime story diventa detective per scoprire misfatti e assassini.  E' Richard Castle il protagonista della nuova serie tv in onda su Fox Life da ottobre.  La figura dell’investigatore giallista è profondamente radicata dell’immaginario della fiction televisiva: più che un personaggio un archetipo, un modello universale. Capace di passare con disinvoltura dai libri alla dura realtà del crimine, affrontando con intelligenza complicati casi di omicidi irrisolti e arrivando sempre alla verità.

Ellery Queen
, il giovane laureato newyorchese, sembra svagato ma non fidatevi delle apparenze. Perché quando è il momento convoca insieme tutti i sospetti e come in una scena di Hercule Poirot di Agatha Christie, la sua mente lucida scova il colpevole.  Jessica Fletcher invece è una  anziana insegnante d'inglese che, a dispetto dell'età, ha l'audacia, la curiosità e l’intuito di un’altra fortunatissima vecchietta del Giallo, Miss Marple, sempre di Agatha Christie.

Richard Castle (Nathan Fillion) ha piuttosto l'aria dell'uomo birichino, viziato e smaliziato con alle spalle due matrimoni. Scrittore in crisi creativa, trova sulla sua strada l'affascinante e seria poliziotta Kate Beckett (Stana Katic), che lo coinvolge in un complicata indagine su un serial killer. Nasce così, come nella migliore tradizione, una coppia investigativa con opposte personalità a confronto che, alternando vicenda privata e lavorativa, affronta in modo brillante casi complicati.

Intanto Richard Castle pare aver ritrovato la sua vena letteraria. Sul sito della serie televisiva compare a puntate l'ultimo suo thriller, Heat Wave. Niente male come trovata pubblicitaria.