di Andrea Bassi

Il King di Hollywood al lavoro col King dei bestseller per una serie Tv. La notizia, rimbalzata da Variety ai siti di tutto il mondo, è che la Dreamworks di Spielberg è al lavoro per adattare The Dome, l'ultimo romanzo di Stephen King. Il claustrofobico plot tratta di una piccola cittadina del Maine che un giorno si ritrova intrappolata sotto una impenetrabile cupola di energia. Mentre da fuori si lavora ad una soluzione, da dentro gli abitanti sono costretti e organizzarsi e cercare un modo per sopravvivere.

La notizia non è da poco. Intanto perchè non si tratta di due personaggi qualsiasi ma di due fuoriclasse assoluti. L'uno, Steven Spielberg, è l'uomo che dalla fine degli anni '70 ha resuscitato Hollywood e che - in una stessa vita - ha girato tra gli altri film come: Duel, Lo Squalo, Incontri Ravvicinati del Terzo tipo, I Predatori dell'Arca Perduta, E.T., Jurassic Park, Shindler's List, Salvate il Soldato Ryan e Minority Report. L'altro, Stephen King, porta nel nome il segno del trionfo (King = Re) ed è non solo lo scrittore più letto e più venduto al mondo ma anche quello più rappresentato al cinema. Oltre 100 film tratti da suoi romanzi e racconti, con registi del calibro di Stanley Kubrik (Shining), David Cronenberg (La Zona Morta), Brian de Palma (Carrie, lo Sguardo di Satana), John Carpenter (Christine, la Macchina Infernale) e George A. Romero (Creepshow, La Metà Oscura).

Stavoltà, però, non parliamo del grande schermo ma del piccolo. In particolare di Serie Tv. Un genere di intrattenimento, appunto, esattamente a metà tra il Cinema e il Romanzo, che negli ultimi due decenni è cresciuto enormemente, sia in termini di proposta quantitativa che qualitativa. E che ha stimolato a cimentarsi col genere grandi autori e registi: da Michael Crichton creatore di E.R. alle incursioni di Tarantino in CSI. Spielberg e King, però, non hanno ancora avuto l'occasione di mettere alla prova nelle Serie Tv tutto il proprio talento. Finora per King solo miniserie (poco memorabili) e un manciata di episodi per serie come Ai Confini della Realtà e X File. The Dead Zone è solo una "meta-esperienza": una serie tratta da un film tratto da un suo romanzo. Spielberg, produttore della miniserie Tv Taken - una saga sulle diverse generazioni di tre famiglie coinvolte in rapimenti alieni - è riuscito ad entusiasmare i fan del genere. Non ha però convinto i critici ed il più vasto pubblico, per uno stile ancora incerto tra il passo da grande racconto cinematografico e le esigenze di sintesi e rapidità dello stile televisivo.

Sappiamo che lo stesso Spielberg detiene da 20 anni i diritti di un altro romanzo di King, Il Talismano, senza essere riuscito a produrne una serie Tv per cause di budget. Dopo la rinuncia ufficiale di JJ Abrams, il creatore di Lost, al progetto di trarre una serie da La Torre Nera, sempre di King, speriamo che stavolta sia quella buona.