di Serenella Mattera

“La Casa Bianca dichiara guerra ai fan di Lost”. Il titolo bellicoso scelto da Gawker.com, è la perfetta sintesi dello “stato di assedio” che migliaia di appassionati alla serie di culto americana stanno vivendo in queste ore. Barack Obama potrebbe prendere il posto dell’episodio che darà il via all’ultima stagione di Lost , facendo slittare un appuntamento atteso per mesi

La data contesa è il 2 febbraio. Se il presidente degli Stati Uniti decidesse di tenere proprio quella sera, alle 21, il suo discorso sullo Stato dell’Unione, la Abc non potrebbe che rimandare la serie. E i fan già tremano al pensiero.

La Casa Bianca non ha ancora annunciato ufficialmente il tradizionale discorso, ma negli ultimi giorni è filtrato che la data potrebbe slittare dal 26 gennaio, come inizialmente previsto, al 2 febbraio, per consentire al Congresso di approvare in via definitiva la riforma sanitaria. Obama, scrive il Washington Post  potrebbe firmare nel pomeriggio la storica legge e la sera parlare alla nazione, potendo vantare l’importante successo.
Poiché i tempi del voto finale al Congresso non sono ancora certi, la data non è per ora confermata. Ma la sola ipotesi che il discorso sullo Stato dell’Unione prolunghi l’attesa della nuova stagione di Lost, ha fatto insorgere blogger e appassionati. “Obama è sicuramente un comunista”, scherza Gawker.com. Ma chi attende la soluzione agli innumerevoli enigmi che hanno intrecciato negli ultimi cinque anni le vite dei naufraghi sull’isola misteriosa, non ha nessuna voglia di scherzare. E si appella al presidente via Twitter.

Sul social network migliaia di messaggi chiedono a Obama di non parlare alla nazione proprio il 2 febbraio. “Lost è più importante”, è il sintetico tweet di Kyle0reese. Mentre danpeters85 si rivolge direttamente a Obama: “Caro presidente, a meno che non rivelerai di essere il vero John Locke, ti prego, rimanda il tuo discorso”. GOPToast la fa diventare una questione politica: “Prendere il posto di Lost è un reato da impeachment”. Mentre Thebard44 ricorre a una non tanto velata minaccia elettorale: “I fan di Lost hanno la memoria lunga”. Più prosaico aouaLOST: “Barack Obama evidentemente non ha mai visto Josh Holloway senza la maglietta”.

Oserà il presidente americano inimicarsi i fan di una delle serie televisive più popolari degli ultimi anni? Si vedrà. Di sicuro, la sua stella rischierebbe di appannarsi ben oltre i confini degli Stati Uniti. Perché “l’inizio della fine” , la prima puntata della sesta e ultima stagione, è un appuntamento che gli appassionati di tutto il mondo, Italia inclusa, hanno da tempo segnato in calendario.
Chi glielo dice adesso che l’attesa, alimentata ad arte con trailer e anticipazioni , potrebbe prolungarsi?