GUARDA ANCHE
Guida Tv – Introduzione alla Sesta Stagione
Guida Tv – Scopri quando va in onda l’ultima stagione di Lost
Lost: la soluzione dell'enigma
Lost: Matthew Fox rivela "La fine vi farà arrabbiare"
Quelli di Lost: "Perdersi e ritrovarsi accade a chiunque"


di Andrea Bassi

Torna l’isola e raddoppiano i misteri. Perchè nella premiere della stagione 6, l’ultima della serie Tv Lost (dal 10 febbraio su Fox, canale 110 di Sky), ecco spuntare una realtà parallela in cui il volo 815 supera la turbolenza, non si schianta più sull’isola e atterra indisturbato all’aeroporto di Los Angeles.
Quindi, se prima abbiamo avuto i flash-back, con lo sguardo al passato, poi i flash-forward, con sguardo al futuro, ora abbiamo i flash-sideways: uno sguardo laterale! Sui siti dedicati i fan sono già pronti a ricominciare la caccia ai misteri. Che stavolta li obbligherà a paragonare quanto accade nella realtà parallela a quanto già accaduto in tutta la serie.

Per la ormai famosissima scena dell’incidente - qui ricostruita in un montaggio parallelo di tutte le angolature diversel è facile notare i dettagli differenti: Jack stavolta ha i capelli più lunghi; la hostess gli porge una sola bottiglietta di vodka; Rose lo tranquillizza e non viceversa; Hurley dice di sé di essere molto fortunato; Boone è in viaggio senza la sorella.
Ma i paradossi non si fermano qui, perchè sull’aereo c’è Desmond! Che invece dovrebbe essere chiuso da anni nella botola a digitare la sequenza numerica di Valenzetti.
Ma soprattutto, vediamo l’isola giacere in fondo al mare, con ben in vista le rovine della statua di Jacob e il campo base degli “Others”. Com’è possibile?

Queste e altre domande sconcertano i fan, che sul Web si chiedono come faranno gli autori, mentre ne aprono continuamente di nuovi, a chiudere tutti i misteri ancora aperti. E su Lospedia si moltiplicano le voci: Qual è la vera natura dell’isola e degli esperimenti condotti dalla Dharma?
Che senso ha la botola, con i sui geroglifici, il codice numerico e la mappa nascosta nella porta?
Era anche quello parte di un esperimento, come sembra dalla successiva scoperta della stazione Perla?
E poi, chi sono veramente gli Altri?
Perchè sterminano quelli della Dharma e poi ne prendono il posto nelle casette del villaggio?
Perchè tanta attenzione da parte loro alla questione della fertilità e quindi i rapimenti di bambini, tra cui Walt e Alex, la figlia della Rousseau?
Perchè, infine, Widmore, dopo essere stato estromesso dalla Dharma, torna per distruggere l’isola e poi cancellarne le tracce con un falso incidente?

Gli autori della serie, Damon Lindelolf e carton Cuse, hanno prima dichiarato - un po’ furbescamente - che la loro strategia sarà quella di chiarire solo i misteri ritenuti tali dai personaggi della storia e non dai fan. Poi, incalzati dalla marea di interrogativi rimbalzati sulla Rete, hanno sentito il bisogno di chiarire il loro pensiero in alcune interviste. (Qui quella per Entertainmen Weekly. Qui quella riproposta in versione integrale dal Chicago Tribune).

In sostanza, quanto affermano dice che è finita la stagione dei salti nel tempo e che la realtà parallela non è una realtà “alternativa”, bensì una dimensione coesistente con la realtà conosciuta finora. Questa “realtà alternativa” è stata messa in moto dall’esplosione della bomba, fatta dai naufraghi nella speranza di riscrivere il corso della storia. Così ora gli spettatori potranno assistere a come andranno le cose se i dispersi riuscissero veramente ad “aggiustare” le cose e contemporaneamente anche alla situazione contraria!
In realtà i Nostri chiedono al pubblico solo un po’ di pazienza: mentre molte risposte sulla “mitologia” della serie arriveranno presto, per capire come le due realtà si incontreranno dovremo pazientare un po’. Probabilmente fino alla fine.