di Andrea Bassi

Guarda sulla guida Tv quando va in onda Lie To Me

La saggezza popolare ci aveva avvertito riguardo al naso lungo dei bugiardi. E non a torto. La scienza che studia il linguaggio del corpo ci informa ora che chi mente ha la curiosa tendenza a toccarsi ripetutamente proprio il naso. Dal 22 marzo in anteprima assoluta ogni lunedì alle 21, arriva su Fox (canale 110 di Sky) la seconda stagione di Lie To Me. La serie Tv con Tim Roth a capo di un pool di cacciatori di bugiardi. Specialisti che supportano le attività di investigazione della polizia americana analizzando i riflessi involontari nella postura del corpo, nelle espressioni del volto e nelle inflessioni della voce degli indagati. Leggendo da questi segni chi dice menzogne. Oltre a Tim Roth (Le Iene, Pulp Fiction, Funny Games) nei panni del Dr. Lightman, fondatore della società di consulenza Lightman Group, ritroveremo nel cast tutti i suoi più stretti collaboratori: Kelli Williams (Scrubs, The Practice) nei panni della co-fondatrice Gillian Foster e Brendan Hines (The Middleman, Terminator: The Sarah Connor Chronicles) nei panni del ricercatore capo Eli Loker.

Non si tratta di tesi fantascientifiche o di doti soprannaturali. La scienza, infatti, sta da tempo catalogando l'universalità delle espressioni emotive di base. Come per esempio quelle di felicità, paura, rabbia, sorpresa, disgusto, sfida, disprezzo. Con la tesi che è possibile leggerne i segni inconsapevoli nei gesti, nella postura e nelle espressioni delle persone. Persino negli individui più controllati. Il marketing aziendale da tempo è molto attento a quel campo della ricerca che va sotto il nome di comunicazione non verbale, per dotare i propri venditori di tecniche utili alla "lettura" dei clienti. Adesso però la tendenza è alla moltiplicazione di queste nuove e talora stravaganti discipline, di cui la scientificità (e la moralità) è tutta da dimostrare. Parliamo per esempio della programmazione neurolinguistica e del fiorire di corsi che promettono di insegnare come indurre comportamenti, non solo per quanto riguarda la vendita ma, anche, per la seduzione e il corteggiamento.

Intanto, su Youtube furoreggiano numerosi video dei fan che si divertono a rimontare la sigla di Lie To Me e a metterci dentro i loro bugiardi preferiti. In un mondo in cui tutto sembra ruotare attorno alla comunicazione seduttiva e alla capacità di vendersi, indovinate un po' chi la fa da protagonista?

Ecco il video: