di Francesco Chignola

Vi sentite già orfani di Lost? Avete pianto quanto avete saputo che Heroes non tornerà più? Avreste desiderato che Flashforward durasse più di una stagione? Siete disperati per la cancellazione di serie come Dollhouse o Scrubs? Niente paura: i network hanno pensato a voi. O almeno, ci stanno provando. Come ogni anno infatti, nelle ultime settimane sono usciti i palinsesti delle principali reti televisive americane, quelli che occuperanno le serate e i discorsi, online e offline, del pubblico d'oltreoceano da settembre in poi, fino alla prossima estate. In attesa che i titoli arrivino anche sui nostri schermi.

Il network con la posta più alta in gioco è probabilmente la ABC, che quest'anno ha trasmesso il finale di Lost, considerato uno degli eventi (globali) più importanti della storia della tv. Scomparsa l'amatissima serie, e spariti dai palinsesti anche titoli ambiziosi come Better off Ted, Eastwick, Flashforward (non senza far arrabbiare i fan, come quelli che hanno creato il sito-progetto Prevent the blackout - Save Flashforward) e un classico come Scrubs, la rete ha tirato fuori le unghie e una buona lista di nuovi progetti per solleticare i fan.

Tra le serie proposte dalla ABC spicca il dramma fantascientifico No Ordinary Family, che racconta di una famiglia i cui membri acquistano dei poteri misteriosi dopo essersi schiantati con l'aereo nel Rio delle Amazzoni. Suona un campanello? Ma ci saranno anche il nuovo dramma ospedaliero Body of Proof e il "mockumentary" (finto documentario) My Generation, in cui otto studenti di liceo si ritrovano a dieci anni dal diploma per fare il bilancio della propria vita. Tra le commedie, sembrano interessanti Mr. Sunshine, scritta, prodotta e interpretata da Matthew Perry (Chandler di Friends), e Happy Endings con protagonista Elisha Cuthbert, la Kim di 24.



Non resta certo a guardare la NBC, che dopo aver troncato Heroes dopo quattro stagioni prova a tornare sul terreno superomistico con The Cape (letteralmente: "il mantello"): nell'immaginaria città di Palm City, un ex poliziotto incastrato cerca di salvare il proprio nome diventando un vendicatore mascherato ispirato al fumetto preferito del figlio. Ma non è l'unica bomba gettata dal network: tra le altre c'è anche il procedurale Chase, prodotto da Jerry Bruckheimer, la cui protagonista è una biondissima "U.S. Marshal" a caccia di criminali, e il thriller cospirazionista The Event: la scomparsa di una donna rivela un piano per assassinare il Presidente.



Inoltre, in autunno debutterà la nuova serie creata da J.J.Abrams, già reponsabile di Fringe, Lost e Alias. Si intitola Undercovers, ed è un thriller spionistico: i due protagonisti sono una coppia sposata di ex agenti segreti della CIA, ormai "in pensione", che si ritrova invischiata ancora una volta nel duro lavoro della spia. Chiudono l'offerta la promettende sit-com Outsourced, in cui un gruppo di impiegati finisce in India per via, appunto, dell'outsourcing, e Outlaw, un dramma ambientato tra i corridoi di un tribunale e prodotto da Conan O'Brien.



Anche Fox promette parecchie emozioni: arriveranno Lonestar con Jon Voight, la commedia Raising Hope, la sitcom Running Wilde. E nel 2011 Terra Nova, prodotta da Steven Spielberg: una serie ambientata nel 2149 su un pianeta Terra in cui la vita umana è a un passo dall'estinzione. La CBS invece, che ha già un palinsesto di tutto rispetto (tra cui il franchise di CSI) fa discutere con Shit My Dad Says, la prima sit-com ispirata a un profilo Twitter, con William Shatner (Kirk di Star Trek) come protagonista. Sulla stessa rete si assisterà anche al ritorno di Tom Selleck nella serie Blue Bloods accanto a Bridget Moynahan. Ancora sulla CBS inizieranno The Defenders (con Jim Belushi e Jerry O'Connell) e Hawaii Five-O, rifacimento di una serie classica degli anni '70.



Ma il rifacimento più atteso e che desta più curiosità è quello che inizierà sulla rete The CW dal 30 settembre: si tratta di Nikita, una serie ispirata al film di Luc Besson del 1990 con Anne Parillaud, che già negli anni '90 era approdato sul piccolo schermo per ben 5 stagioni. La star era Peta Wilson: stavolta è stata chiamata Maggie Q, splendida attrice di origini vietnamite, già indimenticabile in film come Mission: Impossible III e il quarto Die Hard. L'altra nuova grande promessa di The CW è Hellcats, una serie che ruota attorno a una competitiva squadra di cheerleader di un college americano, le cui protagoniste sono l'attrice-cantautrice Alyson Michalka e Ashley Tisdale, che viene da High School Musical, entrambe cresciute alla ricca corte del Disney Channel.