di Camilla Sernagiotto

Ci sono attori che prendono seriamente le serie tv, tanto da diventare loro stessi… seriali!

A chi non è mai capitato di guardare una puntata di un telefilm e di pensare “quello l’ho già visto”?

Ma oltre ai ruoli secondari e alle comparsate, anche i protagonisti del piccolo schermo saltellano da un telefilm all’altro: Courtney Cox, Jennie Garth, Marcia Cross e tanti altri ancora sono i nomi che spuntano immancabilmente nei titoli di coda della nuova serie televisiva di turno.

Capita così che qualcuno da becchino diventi serial killer, come nel caso di Michael Carlyle Hall, che da David Fisher di Six Feet Under si è trasformato in Dexter Morgan, protagonista sui generis dell’omonima serie.
Non è da meno l’altro becchino, ossia il fratello Nate interpretato da Peter Krause: dopo aver partecipato al cast di Six Feet Under, decide di cambiare lavoro, almeno sullo schermo, vestendo i panni dell’avvocato Nick George al servizio della facoltosa famiglia Darling nel telefilm Dirty Sexy Money.

A preferire il Dirt è anche uno dei volti più noti della TV Anni Novanta, ovvero quello di Courtney Cox: conosciuta dal grande pubblico come Monica Geller, co-protagonista della celebre sitcom Friends, dal 2007 al 2008 l’attrice ha avuto un telefilm tutto per sé.
Si tratta di Dirt, in cui la Cox interpreta Lucy Spiller, spietata direttrice di un giornale scandalistico.
Ma i flussi migratori dell’ex cuoca provetta di Friends non si arrestano qui: ha anche recitato in tre episodi dell'ottava stagione di Scrubs nel ruolo di primario di medicina che sostituisce il dottor Kelso e… ha partecipato da giovanissima a un episodio de La signora in giallo!
Attualmente l’attrice sta lavorando sul set del nuovo Cougar Town dove, ancora protagonista indiscussa, interpreta una madre divorziata con il vizio per gli uomini più giovani…
La affianca la sua vicina di casa, nonché migliore amica, Ellie Torres, impersonata da Christa Miller.

E se vi sembra di aver già sentito questo nome, significa che siete appassionati di Scrubs, in cui la Miller ricopre il ruolo di Jordan Sullivan, moglie del Dottor Cox…

Tutto torna e, soprattutto, non si butta via niente: nel mondo dei serial il riciclo è d’obbligo!

Lo sa bene Courtney Thorne-Smith, che è stata in Melrose Place, Ally McBeal e La vita secondo Jim, oppure la rossa Marcia Cross, che si è vista nei credits di Melrose Place, Everwood e soprattutto Desperate Housewives.

Anche Calista Flockhart da avvocato protagonista di Ally McBeal è approdata sullo schermo di Brothers & Sisters - Segreti di famiglia, così come un personaggio cult come il padre di Laura Palmer (interpretato da Ray Wise) è rinato dopo Twin Peaks nel ruolo del Diavolo in Reaper.

Prezzemolino del piccolo schermo, Alan Dale: dagli Anni Novanta ad oggi ha preso parte di svariati telefilm, tra cui E.R. - Medici in prima linea, JAG - Avvocati in divisa, NCIS, X-Files e 24.
Ottiene poi una certa notorietà grazie al ruolo di Caleb Nichel in The O.C., a quello del magnate dell'editoria Bradford Meade in Ugly Betty e, infine, per la serie di culto Lost, in cui interpreta Charles Widmore.

La medaglia d’oro al telefilm con il cast più migrante va però a Beverly Hills 90210: da Jason Priestley, che ha poi partecipato a Tru Calling, Le cose che amo di te, Medium e Side Order of Life, fino ad arrivare a Shannen Doherty ricomparsa in Streghe, tutti i ragazzi del popolare serial di Aaron Spelling si sono reinventati!

Tutti tranne uno, ovvero Brian Austin Green alias David Silver: a parte qualche cameo e capatina qua e là, l’attore è più conosciuto per essere il neomaritino della bella Megan Fox che per la sua carriera.
Ma anche per lui è arrivato il momento di migrare: il nido d’amore rimarrà sempre quello condiviso con la Fox, ma il nido televisivo finalmente cambierà!

L’attore sarà infatti uno dei personaggi della settima stagione di Desperate Housewives, quello per cui perderà la testa proprio a Marcia Cross: com’è piccolo il mondo!

E quello della tv è davvero minuscolo.