Guarda anche:
La fotogallery di The Walking Dead
Leggi l’intervista col protagonista Andrew Lincoln
Consulta la guida Tv e scopri la programmazione


Gli Zombie in Tv in tempo reale. Dopo Lost e Flash Forward, continua l’impegno di Fox nel proporre le migliori serie Tv americane contemporaneamente alla programmazione USA. Stavolta si tratta di The Walking Dead, in Italia dopo sole 24 ore sul canale 110 di Sky, a partire da lunedì 1° novembre alle ore 22.45.

Si parte con la prima stagione di 6 episodi. E, se possono sembrare pochi, c’è da dire che ogni puntata dura circa un’ora e che la produzione è già al lavoro con la seconda stagione da 13 episodi. La nuova serie Tv è tratta dall’omonimo fumetto di Robert Kirkman, che dagli appassionati è già considerata un culto. Lo stesso Kirkman figura tra i produttori esecutivi e se non bastasse accanto a lui ci sono anche Gale Anne Hurd (Terminator, Aliens, Armageddon, L’Incredible Hulk) e Charles Eglee (Dexter, The Shield, NYPD Blue). Ma la vera sorpresa è che a dirigere il tutto c’è il regista e sceneggiatore Frank Darabont (anche lui produttore esecutivo), due volte candidato al Premio Oscar con film del calibro di Il miglio verde e Le ali della libertà, entrambi tratti da romanzi del maestro del brivido Stephen King.

Il plot non si discosta molto (inizialmente) da quello della serie a fumetti: un poliziotto di nome Rick, in seguito a un incidente, si risveglia dal coma in un mondo apocalittico. Un’epidemia ha lasciato in vita solo un pugno di superstiti che si nascondono, braccati dagli zombi. E’ Rick allora che prende il comando, lottando per la sopravvivenza, alla ricerca di un posto sicuro. Ma i pericoli non vengono solo dai “morti viventi” perchè -come nella migliore tradizione horror– spesso sono gli uomini più pericolosi degli Zombie. Protagonista della serie è l’attore Andrew Lincoln (Love Actually, Heartbreaker), proprio nei panni del poliziotto Rick. Accanto a lui anche Sarah Wayne Callies (Dr. House, Prison Break), nei panni della moglie di Rick, e Jon Bernthal (The Pacific, L’uomo nell’ombra) come collega e amico di Rick.

Data la fama del fumetto, tra i fan in rete c’è grande attesa e molte domande. E’ lo stesso Robert Kirkman, in una intervista al sito Comic Alliance a precisare che la serie Tv non coinciderà perfettamente con gli albi a fumetti già pubblicati: "Ci saranno sfasature, concentrazione ed espansione della narrazione rispetto alla linea cronologica originale". E, naturalmente, “nuovi personaggi”. Intanto, sui Forum dedicati si agita un vespaio di domande ansiose tra chi si chiede, solo per fare un esempio, se gli Zombie saranno “lenti” come nei film di Romero o “veloci”, come in 28 giorni dopo di Danny Boyle. Tutti, in ogni caso, hanno grandi aspettative per una storia "di genere", apprezzata all’unanimità per le sue caratteristiche di grande realismo e scavo psicologico dei personaggi. Per chi volesse approfondire, ecco la recensione del fumetto sul sito Fantascienza e  un interessante articolo sull’evoluzione della figura dello Zombie nel genere Horror dal sito Malpertuis.