di Camilla Sernagiotto

Ingraziarsi il produttore e riuscire a fare un cameo è ormai diventato l’obiettivo principale di qualsiasi star di Hollywood, mentre per vestire i panni di un personaggio secondario e recitare per qualche puntata i divi sarebbero pronti a vendere l’anima al diavolo.

Macché vendere?! Gliela regalerebbero…

Stiamo parlando di Glee, il fenomeno televisivo che incolla milioni di fan davanti agli schermi televisivi: non ci si può permettere di perdere nemmeno un minuto della serie cult ideata da Ryan Murphy, e non perché si tratti di un telefilm dalla trama complicata come Lost: niente isola che non c’è, nessun mistero, dimenticatevi i cattivi, perché Glee racconta la storia di un gruppo di nerd della William McKinley High School raggruppati dal professore di spagnolo per riportare in auge il gruppo di canto e ballo della scuola che sembra non interessare alle cheerleader e ai giocatori di football.

E se non è una novità quella della star che compare in qualche puntata di un telefilm, basta pensare ai vari George Clooney e Brad Pitt in Friends, nel caso di Glee è in atto una vera e propria battaglia tra famosi per accaparrarsi un ruolo secondario o anche solo una comparsata.

Sulla scia del successo riscosso dalle puntate in cui è apparsa la trinità del Pop (rispettivamente Madonna, Lady Gaga e Britney Spears), ora tutti vogliono il loro cameo.

La cantante Katy Perry è addirittura arrivata a chiedere che qualcuno su Facebook crei un gruppo per spingere lo show a contattarla…

Ultima fortunata della lista, l’attrice Gwyneth Paltrow si è aggiudicata una puntata della seconda stagione, già andata in onda negli Stati Uniti.

Ma come mai tanto successo per dei ragazzini che cantano e ballano?

Innanzitutto il nome del creatore, Ryan Murphy, già ideatore di serie come Nip/Tuck e Popular, è una garanzia di qualità, poi l’immedesimazione che qualsiasi spettatore under 30 può permettersi di provare: non ci sono eroi che salvano presidenti combattendo contro terroristi, non bisogna escogitare un piano per abbandonare un’isola misteriosa, niente evasioni da carceri di massima sicurezza… Glee è il riscatto del nerd contro il bullo, la promessa che chiunque, se si impegna, potrà farcela.