di Camilla Sernagiotto


Non indicato per chi soffre di cuore e nostalgia, The Man Who Brought Us Here è difficile da digerire anche per gli stomaci più pronti a tutto.

Niente sangue né scene violente, anzi: ciò che fa più male è rivedere lei, l’Isola.

Per tutti quelli che hanno trascorso gli ultimi sette anni in compagnia di Jack, Kate, Sawyer, Hurley eccetera, sarà dura rimanere impassibili di fronte a quei luoghi che dal 2004 al 2010 hanno fatto sognare gli addicted to Lost.

Stesso set, stessa giungla, stessa isola: “Lost è tornato!”, verrebbe voglia di gridare a squarciagola, ma purtroppo non è così.

Si tratta di un fan movie creato da Corey Vidal, un utente molto attivo su You Tube che ha postato sul suo seguitissimo canale i 5 minuti e 56 secondi che riportano nel cuore della giungla più amata del piccolo schermo.

Non ce l’ha fatta Charles Widmore per ben sei stagioni, ma Corey Vidal ci ha messo poco a trovare la misteriosa isola del Pacifico su cui finirono i sopravvissuti del volo Oceanic 815.

Dal villaggio degli altri alle stazioni Dharma del Cigno fino ad arrivare al Bunker e alle gabbie per gli orsi, Vidal e gli altri fan che hanno deciso di seguirlo nell’avventura hanno ritrovato tutto quanto, esattamente come era stato lasciato.

Oltre al set, anche la musica, la recitazione (comunque di dilettanti) e perfino i movimenti di macchina ricordano da vicino la serie cult firmata da J.J. Abrams.

E ovviamente anche la sceneggiatura non poteva che essere un triplo concentrato di colpi di scena dal retrogusto lostiano…

Guardare per credere:



E per tutti coloro a cui si è appena riaperta una ferita, mai rimarginata da quel 10 febbraio 2010, data in cui andò in onda l’ultima puntata di Lost, ecco il video con il Behind the Scene del cortometraggio, per apprezzare ancora per qualche minuto le bellezze dell’Isola più famosa dai tempi di Peter Pan:



Un vero tuffo nel passato, in perfetto Lost Style…