Horror, tutti i volti del brivido: guarda l’album fotografico

Leggi tutte le news su The Walking Dead

Se hai sempre sognato di girare un film dell’orrore fatto in casa e sei un maniaco del dettaglio, non ti scoraggiare: per ottenere degli zombie credibili non è necessario svenarsi. A patto di seguire alcune regole essenziali. Le ha svelate a The Hollywood Reporter (leggi l'articolo originale) Greg Nicotero, make-up artist prestato alla serie di culto The Walking Dead, che ha spiegato come ottenere un perfetto morto vivente in sole sei mosse. Eccole in sintesi.

1. Il casting prima di tutto: siccome i morti viventi sono, per forza di cose, piuttosto smunti, scegli degli attori molto magri, col collo lungo e i tratti del viso in evidenza: risulteranno più credibili come zombie.

2. Un occhio di riguardo alla dentatura, perché dà l’idea del viso in decomposizione: è necessario crearne una adeguata da attaccare davanti alle labbra degli attori.

3. Faccia e viso vanno letteralmente scolpite con la creta, con tanto di ferite ed escoriazioni incorporate. Per ottenere buoni risultati, è necessario avere già in mente in che modo il soggetto è morto prima di diventare uno zombie: colpi di arma da fuoco, morsi e tagli producono effetti molto differenti sul corpo umano.

4. Una volta finito, il calco di creta viene utilizzato per creare una sorta di maschera di lattice da fare indossare all’attore.

5. Quando l’attore ha indossato la maschera, si passa al trucco, cercando di conferire una coloritura consona – cerulea, verdognola o giallastra a seconda delle esigenze – al viso. Si evidenziano le occhiaie, si monta la dentatura finta e si attacca una parrucca spelacchiata, che dia l’idea della progressiva perdita di capelli in cui si incorre inevitabilmente dopo la morte.

6. Il sangue è essenziale, perché trasmette l’idea di violenza. Per ricreare questo effetto, è necessario simulare il plasma e i tessuti come si deve, attraverso i più disparati materiali, dalla spuma alla farina d’avena. E per dare l’idea di una deflagrazione, ad esempio quella causata da un proiettile, niente di meglio di una vera esplosione: fate scoppiare un palloncino pieno di finto sangue e gli schizzi casuali renderanno al meglio l’effetto.

Ecco svelati i segreti di uno zombie perfetto, a cui vanno assommati naturalmente tanta pazienza e una cura artigianale, perché chi fa cinema i film non li deve solo vedere, ma li deve anche toccare con mano.