True Blood, guarda la gallery della quarta stagione
Anna Paquin, fata innamorata


All’inizio quello della vampira Pam doveva essere un semplice ruolo secondario, ma poi, nonostante il suo carattere ruvido, la fidata assistente di Eric Northman  è diventata uno dei personaggi più amati di True Blood e Kristin Bauer è entrata nei cuori dei fan della serie. Come però lei stessa ci spiega, la quarta stagione (in onda su Fox dal 23 novembre: scopri gli appuntamenti sulla Guida TV) non sarà affatto facile per Pam: ecco alcuni dettagli raccontati in anteprima.

Cosa dobbiamo aspettarci dalla nuova serie?
Nella quarta stagione cominciano i veri casini. Eric… beh, non posso ancora dirlo. E le streghe vanno a colpire Pam nel suo punto debole, ovvero la vanità.

E lei come reagisce?
All’inizio pensavo che ne sarebbe uscita distrutta. Già l’anno scorso si era ritrovata ad essere molto vulnerabile, quando sembrava che Eric, il suo creatore, potesse morire. Ma nonostante tutto quel che le succede, scopriamo che è una vera combattente e questa cosa mi è piaciuta molto.

Scoprite cosa succede ai vostri personaggi durante le riprese?
Riceviamo uno script dopo l’altro, per cui scopriamo cosa succede da dettagli come il guardaroba, oppure perché uno stunt ti dice: “Wow, cosa ne pensi di quel che ti succede nel quarto episodio?”. Gli spieghi che non ne sai niente e lui: “Oh, non lo sai? Beh, non te lo posso dire”. E tu: “Mi farò del male?”. “Non dovrebbe essere terribile, ma tu continua a fare gli addominali, mi raccomando”.

Pam rischia anche di rovinare la campagna di pubbliche relazioni di Bill…
Il bello è che può affrontare un lupo mannaro o un assassino in uno scontro diretto, ma non è una stratega, per cui vuole vendicarsi in un momento in cui i vampiri dovrebbero baciare bambini e stringere mani. Mio padre era così, era un tipo alla John Wayne: quando dei ragazzini ci rompevano la cassetta delle lettere, lui li aspettava tra i cespugli finché non tornavano e poi gli saltava addosso. Dico sempre che è nato nella generazione giusta: prima degli avvocati.

Ti aspettavi che il tuo personaggio piacesse tanto?
No. Guardando indietro, era solo un’audizione e si trattava di vampiri, il che mi piaceva. Ma doveva essere solo un ruolo da guest star.

Di solito le guest star femminili di True Blood non durano a lungo quanto Pam…
Soprattutto se c’è di mezzo Sam. [ride] Le cameriere di Sam durano sempre poco. Ci spiace sempre quando muore qualcuno nello show, il che succede piuttosto di frequente. Ci ritroviamo e ci diciamo: “Dai, dopotutto ci sono sempre i flashback…”.

Pam può essere molto fredda, ma com’è in realtà?
Penso che non gliene freghi un… Ed è questa la sua caratteristica che vorrei possedere. Si veste sempre bene.  In più è quella che dice le cose che tutti pensano ma non hanno il coraggio di dire. Per cui è interessante vedere cosa succede quando perde tutta questa calma.