di Gabriele De Palma

Il mondo creato da George Raymond Richard Martin è complesso e raccapezzarcisi non è impresa semplice. Anche perché oltre a una pletora di personaggi, nella saga delle Cronache del ghiaccio e del fuoco – di cui Trono di Spade è il primo volume – anche i luoghi e i tempi sono inventati. Ma niente paura, dopo l'infografica per orientarsi nella trama, da cui è tratta anche la fortunata serie televisiva prodotta dalla HBO e diffusa in Italia da Sky Cinema, è stata creata una mappa interattiva che ricostruisce la geografia dei continenti in cui le stagioni durano anni. A riportare la coordinate dei sette regni di Westeros e dei mari che li separano dalle altre terre emerse è stato uno sviluppatore inglese, serMountainGoat, che ha “giocato” con Google Maps adattando le cartine elettroniche del motore di ricerca alla fantasia di Martin.

Come funziona
- La Mappa, definita dall'autore 'speculativa dato che è ricostruita a partire dalle descrizioni dei libri, si presenta simulando una vista satellitare. Città, cittadine, castelli e rovine sono disposti sulla e segnati in modo da distinguere i luoghi la cui localizzazione è confermata esplicitamente nella serie da quelli che sono dedotti dagli autori. Un menù sulla destra permette di attivare le molteplici funzioni interattive, che arricchiscono la cartografia digitale con informazioni che collocano nello spazio-tempo le vicende narrate. Si possono così visualizzare tutte le famiglie che si contendono il potere su Westeros e selezionare i singoli personaggi per vedere il tragitto che hanno percorso. La morte dei protagonisti è rappresentata da un teschio che si accende sopra l'insegna del casato. Il tutto è ulteriormente filtrato da una timeline che procede in base ai libri della saga e addirittura in base ai singoli episodi (televisivi), in modo che non solo la mappa abbia un altissimo tasso di precisione ma che non sveli a chi non ha visto o letto tutto, come si sviluppa la storia.

Wiki – Ma non è finita qui. Ogni simbolo che appare sulla mappa contiene inoltre un collegamento all'enciclopedia della Saga realizzata dagli utenti in modalità collaborativa wiki: una nemmeno troppo piccola Wikipedia del Trono di Spade. D'altronde per rendersi conto al primo sguardo di quanto articolata sia la trama è sufficiente attivare tutte le funzionalità e far progredire velocemente la timeline dall'inizio alla fine. Il regno Westeros, dove sono ambientate la maggior parte delle vicende del Trono di Spade, si popola di icone e tracciati in modo da occupare quasi tutto lo spazio disponibile. Chissà quale stratagemma dovrà escogitare lo sviluppatore per renderla leggibile anche dopo i prossimi attesissimi due libri di Martin che dovrebbero completare (ma il progetto è già stato ampliato in corso d'opera) la storia.