di Linda Avolio


SPQR, ovvero Sono Pericolosi Questi Romani! Alcuni dubbi ci erano già venuti durante le passate stagioni della serie – che è attualmente in onda ogni martedì sera alle 21:10 su Sky Uno –, ma guardando La guerra dei dannati i dubbi si sono decisamente tramutati in certezze.

Batiato e Glabro, assetati di potere e gloria e disposti a tutti per ottenerli, sono stati due avversari temibili, ma non abbiamo mai pensato nemmeno per un momento che fossero in grado di sconfiggere veramente Spartacus e gli altri. Lo stesso discorso vale per le loro controparti femminili, Lucrezia e Ilizia, due manipolatrici abilissime (come dimenticare la morte di Varro, causata proprio da una delle macchinazioni della moglie di Glabro?).

Nella terza e ultima stagione, però, la musica cambia decisamente tono, e lo capiamo nel momento stesso in cui vediamo Crasso e Cesare per la prima volta.


Marco Licinio Crasso, che ha il volto dell'inglese Simon Merrells, è l'antagonista principale di Spartacus, e proprio come il trace e altri personaggi è una figura storica realmente esistita. Onde evitare aspre discussioni, però, ci teniamo a ribadire che Rob Tapert e Steven S. DeKnight, i produttori della serie, si sono presi molte libertà, quindi se tra i lettori c'è qualche appassionato di Storia lo invitiamo a leggere questo pezzo (e a guardare la serie) con una mente aperta, anzi, apertissima!

Crasso, che è un senatore, viene menzionato per la prima volta in Sangue e sabbia in quanto cugino di Licinia, la ragazza che viene uccisa da Ilizia in casa di Batiato. E' solo nella terza stagione, però, che lo vediamo, perchè la Repubblica, chiaramente incapace di mettere fine alla rivolta capitanata da Spartacus, decide di rivolgersi a lui per risolvere definitivamente il problema.
Ottima scelta, perchè Marco Licinio Crasso – futuro console del triumvirato più famoso della storia, quello che formerà insieme a Caio Giulio Cesare e Gneo Pompeo Magno – è l'uomo più ricco di Roma, l'unico in grado di mettere insieme abbastanza soldati per avere un esercito talmente numeroso da annientare i ribelli.

A differenza di Glabro, che non ci è mai stato troppo simpatico, Crasso è un personaggio estremamente intelligente e affascinante, un vero e proprio condottiero, nonché un uomo d'onore e degno di stima, e anche se resta pur sempre un romano, dunque un nemico, è probabilmente l'unico antagonista in grado di competere (sia a livello fisico sia a livello caratteriale) con il "portatore della pioggia".


Qualche riga sopra abbiamo scritto che Tapert e DeKnight, i produttori di Spartacus, hanno giocato a reinterpretare liberamente molti fatti storici. Fatta questa dovuta premessa, non possiamo comunque negare che quando abbiamo visto Caio Giulio Cesare per la prima volta siamo saltati sul divano dalla sorpresa. Ma come...Cesare era biondo??
Ovviamente no, il Cesare realmente esistito non era biondo, non aveva i capelli lunghi e non assomigliava per niente a un surfista, infatti viene spontaneo chiedersi come mai il casting director abbia scelto proprio l'australiano Todd Lasance per interpretarlo. Bisogna però ammettere che la bizzarra decisione si è rivelata azzeccata, perchè il giovane attore ha saputo fare suo un personaggio già raccontato e interpretato decine di volte, vincendo questa difficile sfida e rendendo felice il pubblico femminile che guarda la serie.

In La guerra dei dannati, Caio Giulio Cesare è un giovane tribuno di nobile lignaggio, un esperto nel combattimento ma anche un intelligente stratega: un alleato perfetto per sconfiggere i ribelli, e non è un caso che Crasso scelga proprio lui. Cesare è brillante, ma è anche molto selvaggio, vuole primeggiare, dunque spesso fatica ad accettare gli ordini del suo Imperator (ndr, titolo con cui i soldati si riferiscono a Crasso in quanto comandante supremo dell'esercito).

Ambizioso e arrogante, Cesare sembra interessato solo a fare a pugni, bere e stare in compagnia di quante più donne possibili, ma in realtà è capace di momenti di grande empatia. A differenza di altri nobili romani, Cesare condivide con Crasso l'idea che un grande guerriero vada rispettato a prescindere dal fatto che sia un amico o un nemico. 


La guerra dei dannati è in onda ogni martedì alle 21:10 su Sky Uno, mentre per i fan che non hanno paura delle scene più violente e per quelli che vogliono provare eccitanti brividi lungo la schiena l'appuntamento con gli episodi in versione integrale è ogni giovedì sempre su Sky Uno ma in seconda serata.