di Linda Avolio


Era da un po' che se ne sentiva parlare, e finalmente il momento è arrivato: The Bridge, la nuova produzione targata FX, è pronta a sbarcare in Italia, precisamente su FoxCrime. Il primo appuntamento sarà quello di giovedì 18 luglio alle 21:00, a una sola settimana di distanza dalla messa in onda americana.

Guarda i primi 10 minuti



La serie, che vede come protagonisti Diane Kruger e Demián Bichir, è in realtà l'adattamento americano di Bron (o Broen), una coproduzione che ha visto impegnate Danimarca e Svezia.
Il motivo di tale collaborazione è presto detto: il ponte del titolo dello show europeo è infatti quello che collega i due paesi nordici, mentre nella versione statunitense si tratta del Bridge of the Americas, un gruppo di ponti internazionali che collegano la città di El Paso in Texas (U.S.A.) e la famigerata Ciudad Juárez nello stato di Chihuahua (Messico).

Se in The Killing – altro adattamento di un format danese, Forbrydelsen – il setting era la corrotta e uggiosa Chicago, in The Bridge ci troviamo invece in una terra di confine, punto d'incontro e di scontro tra due culture, quella a stelle e strisce e quella messicana. Ma di cosa parla The Bridge?


E' notte fonda quando il telefono della detective Sonya Cross (Diane Kruger) della polizia di El Paso si mette a squillare: sul ponte che separa il Texas dal Messico, esattamente a metà dello spazio doganale, viene rinvenuto un cadavere. Le forze dell'ordine americane sono le prime ad arrivare sul posto, e Sonya si incarica del caso che potrebbe cambiarle la vita e la carriera. Finalmente ha per le mani qualcosa che potrebbe dare un senso alla sua esistenza.

Mentre la donna inizia a dare le prime istruzioni per la raccolta delle prove, ecco comparire sulla scena del crimine anche la polizia messicana, precisamene nella figura di Marco Ruiz (Demián Bichir), un detective della sezione omicidi dello stato di Chihuahua.
Lei è tanto fredda e metodica (è affetta dalla sindrome di Asperger) quanto lui è aperto e alla mano: sono uno l'opposto dell'altro, e non stupisce vederli discutere fin dal primo istante.

Fortunatamente per loro, non dovranno rivedersi tanto presto: la prima ad arrivare sul posto è stata infatti Sonya, quindi a occuparsi delle indagini sarà lei. Marco non ha niente da ridire in proposito: lavora nella sezione omicidi di Ciudad Juárez, la città purtroppo conosciuta in tutto il mondo per lo stupefacente numero di omicidi di donne che avvengono ogni anno, quindi è già abbastanza impegnato. Lui se ne va rinfrancato, lei è contenta (se così si può dire) di avere il caso tutto per sé.

I due, però, non fanno in tempo a gioire del fatto che non dovranno più parlarsi, perchè succede qualcosa (che non possiamo proprio dirvi, come ben sapete siamo contrari agli spoiler!) che li costringerà a lavorare insieme e a formare una task force per risolvere il caso prima che qualcun altro si faccia male o rimanga ucciso.

Completano il cast Ted Levine (Monk, Il silenzio degli innocenti), che interpreta Hank Wade, il tenente della polizia di El Paso diretto superiore di Sonya Cross; Annabeth Gish (X-Files, Pretty Little Liars), nei panni di Charlotte Millright, una ricca proprietaria di un ranch che rimane vedova proprio all'inizio della serie e che verrà interrogata dai detective Cross e Ruiz a causa di alcuni traffici non proprio legali in cui era invischiato suo marito; Thomas M. Wright (Top of the Lake), volto e corpo di Steven Linder, un “lupo solitario” che sopravvive a modo suo in una terra di nessuno.


C'è un nuovo serial killer a caccia tra gli Stati Uniti e il Messico? Non lo sappiamo ancora, ma quello che sappiamo è che The Bridge si preannuncia come un vero e proprio evento televisivo, uno di quegli eventi che non si possono davvero perdere.


L'appuntamento con The Bridge è ogni giovedì sera alle 21:00 su FoxCrime a partire dal 18 luglio.