Alle 05:35 del mattino (ora di Los Angeles) sono state annunciate dal Leonard H. Goldenson Theatre, a North Hollywood, le nomination della 65ma edizione degli Emmy Awards,  il più importante premio televisivo a livello internazionale.
La cerimonia di premiazione si  svolgerà il 22 settembre ed andrà in onda sulla Cbs, con la conduzione di Neil Patrick Harris.
Nella categoria Drama il più nominato è stato “American Horror Story: Asylum”, con 17 nomination, seguito da “Il Trono di spade” con sedici.
Per le comedy, spicca “30 Rock”, con l’ultima stagione, che ha ottenuto tredici candidature, seguita da “Modern Family” con dodici e da “The Big Bang Theory” con otto nomination.
Ecco l'elenco di tutte le nomination della 65ma edizione degli Emmy Awards

Miglior drama

Breaking Bad
Downton Abbey
Il trono di spade
Homeland
House of Cards
Mad Men

Miglior comedy
30 Rock
The Big Bang Theory
Girls
Louie
Modern Family
Veep

Miglior miniserie o film-tv
American Horror Story: Asylum
Behind the Candelabra
The Bible
Phil Spector
Political Animals
Top of the lake

Miglior attore di una serie drama

Hugh Bonneville, per il ruolo di Robert Crawley in “Downton Abbey”
Bryan Cranston, per il ruolo di Walter White in “Breaking Bad”
Jeff Daniels, per il ruolo di Will McAvoy in “The Newsroom”
Jon Hamm, per il ruolo di Don Draper in “Mad Men”
Damien Lewis, per il ruolo di Nicholas Brody in “Homeland”
Kevin Spacey, per il ruolo di Frank Underwood in “House of Cards”

Miglior attrice di una serie drama
Connie Britton, per il ruolo di Rayna Jaymes in “Nashville”
Claire Danes, per il ruolo di Carrie Mathison in “Homeland”
Michelle Dockery, per il ruolo di Mary Crawley in “Downton Abbey”
Vera Farmiga, per il ruolo di Norma Bates in “Bates Motel”
Elisabeth Moss, per il ruolo di Peggy Olson in “Mad Men”
Kerry Washington, per il ruolo di Olivia Pope in “Scandal”
Robin Wright, per il ruolo di Claire Underwood in “House of Cards”

Miglior attore di una serie comedy
Alec Baldwin, per il ruolo di Jack Donaghy in “30 Rock”
James Bateman, per il ruolo di Michael Bluth in “Arrested Development”
Louis Ck, per il ruolo di Louie in “Louie”
Don Cheadle, per il ruolo di Marty Kaan in “House of lies”
Matt LeBlanc, per il ruolo di sè stesso in “Episodes”
Jim Parsons, per il ruolo di Sheldon Cooper in “The Big Bang Theory”

Miglior attrice di una serie comedy

Laura Dern, per il ruolo di Amy Jellicoe in “Enlightened”
Lena Dunham, per il ruolo di Hannah Horvath in “Girls”
Edie Falco, per il ruolo di Jackie Peyton in “Nurse Jackie”
Julia Louis-Dreyfus, per il ruolo di Selina Meyer in “Veep”
Amy Poehler, per il ruolo di Leslie Knope in “Parks and recreation”

Miglior attore di una miniserie o film-tv
Michael Douglas, per il ruolo di Liberace in “Behind the Candelabra”
Matt Damon, per il ruolo di Scott Thorson in “Behind the Candelabra”
Toby Jones, per il ruolo di Alfred Hitchcock in “The Girl”
Benedict Cumberbatch, per il ruolo di Christopher Tietjens in “Parade’s end”
Al Pacino, per il ruolo di Phil Spector in “Phil Spector”

Miglior attrice di una miniserie o film-tv
Jessica Lange, per il ruolo di Suor Jude in “American Horror Story: Asylum”
Laura Linney, per il ruolo di Catherine “Cathy” Jamison in “The Big C: Hereafter”
Helen Mirren, per il ruolo di Linda Kenney Baden in “Phil Spector”
Sigourney Weaver, per il ruolo di Elaine Barrish in “Political Animals”
Elisabeth Moss, per il ruolo di Robin Griffin in “Top of the lake”

Miglior attore non protagonista di un drama
Bobby Cannavale, per il ruolo di Gyp Rosetti in “Boardwalk Empire”
Jonathan Banks, per il ruolo di Mike Ehrmantraut in “Breaking Bad”
Aaron Paul, per il ruolo di Jesse Pinkman in “Breaking Bad”
Jim Carter, per il ruolo di Charles Carson in “Downton Abbey”
Peter Dinklage, per il ruolo di Tyrion Lannister in “Game of Thrones”
Mandy Patinkin, per il ruolo di Saul Berenson in “Homeland”

Miglior attrice non protagonista di un drama
Anna Gunn, per il ruolo di Skyler White in “Breaking Bad”
Maggie Smith, per il ruolo di Violet Crawley in “Downton Abbey”
Emilia Clarke, per il ruolo di Daenerys Targaryen in “Game of Thrones”
Christine Baranski, per il ruolo di Diane Lockhart in “The Good Wife”
Morena Baccarin, per il ruolo di Jessica Brody in “Homeland”
Christina Hendricks, per il ruolo di Joan Holloway in “Mad Men”

Miglior attore non protagonista di una comedy
Adam Driver, per il ruolo di Adam Sackler in “Girls”
Jesse Tyler Ferguson, per il ruolo di Mitchell Pritchett in “Modern Family”
Ed O’Neill, per il ruolo di Jay Pritchett in “Modern Family”
Bill Hader per “Saturday Night Live”
Tony Hale, per il ruolo di Gary Walsh in “Veep”

Miglior attrice non protagonista di una comedy
Mayim Bialik, per il ruolo di Amy Farrah Fowler in “The Big Bang Theory”
Jane Lynch, per il ruolo di Sue Sylvester in “Glee”
Sofia Vergara per il ruolo Gloria Pritchett in "Modern Family"
Julie Bowen, per il ruolo di Claire Dunphy in “Modern Family”
Merritt Wever, per il ruolo di Zoey Barkow in “Nurse Jackie”
Jane Krakowski, per il ruolo di Jenna Maroney in “30 Rock”
Anna Chlumski, per il ruolo di Amy Brookheimer in “Veep”

Miglior attore non protagonista di una miniserie o film tv
James Cromwell per il ruolo di Arthur Arden in "American Horror Story: Asylum"
Zachary Quinto per il ruolo di Oliver Thredson in "American Horror Story: Asylum"
Scott Bakula per il ruolo di Bob Black in "Behind the Candelabra"
John Benjamin Hickey per il ruolo di Sean in "The Big C: Hereafter"
Peter Mullan per il ruolo di  Matt in "Top of the Lake"

Miglior attrice non protagonista di una miniserie o film tv
Sarah Paulson per il ruolo di Lana Winters in "American Horror Story: Asylum"
Ellen Burstyn per il ruolo di Margaret Barrish Worthington in "Political Animals"
Charlotte Rampling per il ruoli di Sally Gilmartin in "Restless"
Alfre Woodard per il ruolo di Ouiser in "Steel Magnolias"
Imelda Staunton per il ruolo di Alma Hitchcock in "The Girl"




Miglior attrice guest star in un drama

Margo Martindale, per il ruolo di Claudia in “The Americans”
Diana Rigg, per il ruolo di Olenna Tyrell in “Game of Thrones”
Carrie Preston, per il ruolo di Elsbeth Tascioni in “The Good Wife”
Linda Cardellini, per il ruolo di Sylvia Rosen in “Mad Men”
Jane Fonda, per il ruolo di Leona Lansing in “The Newsroom”
Joan Cusack, per il ruolo di Sheila Jackson in “Shameless”

Miglior attore guest star in un drama
Rupert Friend per il ruolo di Peter Quinn in "Homeland"
Robert Morse per il ruolo di Bertram Cooper in "Mad Men"
Harry Hamlin per il ruolo do Jim Cutler in "Mad Men"
Dan Bucatinsky per il ruolo di James Novack in "Scandal"
Nathan Lane per il ruolo di Clarke Hayden in "The Good Wife"
Michael J. Fox per il ruolo di  Louis Canning in "The Good Wife"

Miglior attrice guest star in una comedy

Molly Shannon, per il ruolo di Eileen in “Enlightened”
Dot-Marie Jones, per il ruolo di Shannon Beiste in “Glee”
Melissa Leo, per il ruolo di Laurie in “Louie”
Melissa McCarthy, per “Saturday Night Live”
Kristen Wiig, per “Saturday Night Live”
Elaine Stritch per il ruolo di Colleen in “30 Rock”

Miglior attore guest star in una comedy
Will Forte per il ruolo di Paul in "30 Rock"
Nathan Lane per il ruolo di Pepper Saltzman in "Modern Family"
Bobby Cannavale per il ruolo di Mike Cruz in "Nurse Jackie"
Louis C.K. per il ruolo di presentatore in "Saturday Night Live"
Justin Timberlake per il ruolo di presentatore in Saturday Night Live
Bob Newhart per il ruolo di  Arthur Jeffries/Professor Proton in "The Big Bang Theory"

Miglior reality show
The Amazing race
Project Runway
So You Think You Can Dance
Top Chef
The Voice