di Linda Avolio


Ormai è spin-off mania: dopo quello su Saul Goodman - il difensore di Walter White in Breaking Bad, che sarà protagonista di un prequel -, e dopo l'idea di una serie derivata dall'universo di Dexter, ecco arrivare anche lo spin-off di The Walking Dead.

AMC, il canale via cavo che trasmette la serie in America, sta infatti sviluppando un prodotto parallelo allo show campione d'ascolti e completamente inedito. La "serie figlia", che dovrebbe debuttare nel 2015, sarà guidata da Robert Kirkman (l'ideatore del fumetto) e dai produttori Gale Anne Hurd e Dave Alpert.

“Era inevitabile che costruissimo qualcosa di nuovo sul successo della serie più popolare nella televisione per adulti 18-49”, ha commentato il presidente della AMC Charlie Collier. “Non vediamo l’ora di lavorare con Robert, Gale e Dave ancora una volta nello sviluppo di una nuova storia e di nuovi personaggi. E’ un mondo molto grande e non vediamo l’ora di mostrare ai fan un’altra visione indimenticabile dell’apocalisse zombie”.


Non si ancora che strada prenderà il progetto, ma noi abbiamo alcuni suggerimenti riguardo cosa ci piacerebbe vedere in questo potenzialmente fortissimo spin-off:

- Una nuova ambientazione. Non abbiamo nulla contro la Georgia, ci piace il setting nei rurali Stati Uniti del sud, ma sarebbe bello vedere come se la passano le persone sopravvissute in altre parti della nazione (o perché no, in altre parti del mondo). Gli U.S.A. sono talmente vasti, e senza dubbio ci sarebbero molte ambientazioni affascinanti e molte situazioni diverse da esplorare;

- La ricerca delle cause della malattia. Abbiamo avuto qualche assaggio nell'ultimo episodio della prima stagione, quando i nostri eroi raggiungono il CDC di Atlanta (CDC sta per Centers for Disease Control & Prevention, i centri di controllo e prevenzione dalle malattie infettive), ma sarebbe bello scoprire l'origine di questa apocalisse in Terra. Insomma, un bel prequel non ci dispiacerebbe;

- Un po' più di speranza. Certo, The Walking Dead racconta una situazione davvero terribile - la malattia ha contagiato tutti, la morte è dietro l'angolo, il ritorno dalla morte è una triste realtà, e gli esseri umani mostrano i loro lati peggiori pur di sopravvivere -, ma non dimentichiamoci che “la speranza è l'ultima a morire”. E se anche dovesse morire, aggiungiamo noi, tornerà indietro (per cercare di mangiarci!);

- Qualche crossover ogni tanto. Sarebbe bello se lo spin-off avesse un cast nuovo al 100%, in modo da esplorare altri aspetti e altre psicologie, ma sarebbe altrettanto bello se ogni tanto ci fosse un incrocio con la serie madre.



La quarta stagione di The Walking Dead debutterà negli U.S.A. il 13 ottobre, mentre in Italia partirà il 14, su Fox, alle 22:45.