di Linda Avolio


Continuano le repliche della prima metà della quarta stagione di The Walking Dead, per la gioia dei ritardatari e dei fan in crisi d’astinenza da apocalisse zombie, mentre l’appuntamento con il secondo blocco di episodi è previsto per il 9 febbraio negli U.S.A. e per il 10 in Italia, come sempre su Fox HD.


Della serie: lasciate ogni speranza voi che guardate The Walking Dead.

Nel frattempo, però, continuano a uscire indiscrezioni su cosa accadrà prossimamente a Rick e compagni, ora dispersi dopo il sanguinoso scontro con il Governatore visto nel finale di metà stagione.
L’ex sceriffo e il figlio da una parte, gli altri (in teoria, ma di fatto non abbiamo la certezza che qualcuno non si sia perso per strada) su un autobus preparato in precedenza in vista di una fuga immediata dalla prigione. E poi c’è Carol, il cui destino è tuttora ignoto.

In questi giorni AMC ha rilasciato un nuovo poster che ritrae proprio il giovane Carl e suo padre. I due, separati dal resto del gruppo e ora soli di fronte alle avversità del mondo post apocalisse zombie, camminano lungo le rotaie di una linea ferroviaria in disuso, e sopra di loro campeggia una scritta poco rassicurante: Don’t Look Back. Come a dire: inutile pensare al passato, ciò che è stato è stato, ora bisogna pensare solo a sopravvivere.


Della serie: il peggio deve ancora arrivare

Intanto, dalle pagine virtuali di EW.com giunge la notizia che forse, molto forse, il prossimo villain potrebbe essere Negan, personaggio noto ai lettori del fumetto. Questo è quanto ipotizzato dal sito di intrattenimento, anche se Robert Kirkman – il papà di The Walking Dead, che è anche tra gli executive producers dello show – ha dichiarato che probabilmente ora è un po’ presto, e che prima dell’arrivo di Negan (che è a capo di un gruppo chiamato Saviors, i salvatori, e che nel fumetto fa il suo ingresso nel numero 100) passerà ancora del tempo.