di Linda Avolio


Cari fan italiani di The Walking Dead, il momento è finalmente arrivato: lunedì 10 febbraio alle 21:00 su Fox HD andrà infatti in onda il nono episodio della quarta stagione della serie campione d'ascolti di casa AMC, e finalmente scopriremo cos'è successo agli ex abitanti della prigione dopo l'aspra battaglia combattuta contro gli uomini del Governatore.

A proposito del villain interpretato da David Morrissey: è morto, è sopravvissuto, o magari è uno zombie? Chi lo sa? Quel che è certo è che l'attore britannico ha rilasciato alcune dichiarazioni davvero ambigue, come potete leggere qui.

Ma dov'eravamo rimasti? Long story short, come direbbero gli anglofoni: nel finale del primo blocco della quarta stagione, il Governatore convince i suoi ad assaltare la prigione per avere finalmente un posto sicuro dove stare. Rick cerca di placare gli animi e di raggiungere un compromesso, ma in tutta risposta Philip/Brian (AKA il Sadico Bastardo) decapita Hershel, precedentemente fatto prigioniero insieme a Michonne, e ordina ai suoi di sparare per uccidere.

La situazione precipita, e si contano numerosi morti da entrambe le parti. Gli abitanti della prigione, però, riescono a salire sul bus preparato per le emergenze e abbandonano il posto, ormai semidistrutto. Di alcuni di loro, però, non si hanno tracce. Rick e Carl, invece, si ritrovano separati dal resto del gruppo e si nascondono nei boschi circostanti. Judith è viva o morta? Mistero.

Michonne riesce finalmente a infilzare il Governatore, ma l'uomo viene finito (forse) da Lilly, la madre della piccola Meghan: la bambina è stata infatti attaccata da uno zombie, e la donna ritiene Philip/Brian responsabile della sua morte. Tara, la sorella di Lilly, è M.I.A. (missing in action, dispersa in azione), mentre la sua ragazza, Alisha, è stata uccisa dai ragazzini della prigione.


Cosa dobbiamo dunque aspettarci da questi nuovi otto episodi? Ecco cosa hanno dichiarato Andrew Lincoln e Norman Reedus in alcune interviste rilasciate al sito EW.com.

Riguardo la morte di Heshel, l'interprete dell'ex sceriffo Rick Grimes ha detto: era la figura paterna del gruppo, e in un certo senso il suo mentore [ndr, di Rick], tutti facevano riferimento a lui, perché lui incarnava la coscienza morale. Penso che il suo spirito e i suoi insegnamenti continueranno a vivere, ma Rick ora ha raggiunto un punto di non ritorno, fisicamente e mentalmente. Nel nono episodio vedrete un uomo che da tempo non provava una paura così intensa.

Reedus, volto e corpo di Daryl Dixon, uno dei personaggi più amati dal pubblico, ha invece dichiarato che la prigione tutto sommato non gli mancherà poi così tanto, perché la maggior parte delle sue scene sono girate in esterna, nei boschi o in strada, e che i prossimi otto episodio avranno un tono completamente diverso rispetto a quelli trasmessi finora. Insomma, possiamo, e dobbiamo, aspettarci di tutto!


L'appuntamento con la seconda parte della quarta stagione di The Walking Dead è per lunedì 10 febbraio alle 21:00 su Fox HD.