In un futuro non troppo lontano, gli Stati Uniti d’America, così come il resto del mondo, sono molto cambiati dopo l’arrivo sulla Terra dei Votan e dopo la guerra scatenatasi tra questi ultimi e gli esseri umani, fermamente decisi a non farsi occupare dagli alieni.

Castithan, Indogene, Irathient, Liberata, Sensoth, Gulanee e Volge, questi i nomi delle sette razze aliene comprese nel nome collettivo Votan, scelsero infatti il nostro pianeta per sopravvivere alla distruzione della loro galassia a causa di un apocalittico incidente stellare, ma il loro arrivo pose una domanda fondamentale: come vivere tutti insieme su un pianeta così piccolo? Alcune razze si adattarono meglio di altre più litigiose e violente, ma alla fine la tensione crebbe irreparabilmente, e il conflitto fu inevitabile.

Terminati gli scontri, il mondo fino allora conosciuto non esisteva più: nuove specie animali, nuova vegetazione, e soprattutto nuove forme di governo. Uno scenario apocalittico, insomma, dove le vecchie leggi non valgono più niente, e dove l’unica legge è quella del più forte.

Defiance, la nuova, avvincente serie targata Sy-Fy in onda su AXN SCI-FI (canale 134) a partire da mercoledì 17 settembre alle 21.00, si apre quindici anni dopo la dichiarazione di “cessate il fuoco” e la conseguente fine del conflitto. Votan e esseri umani hanno fatto di necessità virtù, e per evitare la totale distruzione hanno imparato a convivere (più o meno) pacificamente su un pianeta che ha ormai completamente cambiato faccia.

Siamo nel 2046, e dopo anni vissuti spostandosi da un posto all’altro, l’ex marine Joshua Nolan (Grant Bowler) e la figlia adottiva Irisa (Stephanie Leonidas) sono diretti verso le calde spiagge dell’Antartide, ma durante il loro viaggio giungono nella città di Defiance, costruita sulle rovine di quella che una volta era conosciuta con il nome di St. Louis.

Niente di strano, starete pensando. Non proprio. Anzitutto perché Irisa è un’Irathient, e poi perché Defiance è una città piuttosto particolare, un vero e proprio melting pot di culture e tradizioni, un posto “di confine” amministrato autonomamente (e non senza numerose difficoltà) dal sindaco Amanda Rosewater (Julie Benz). Un piccolo paradiso, insomma, in confronto al far west al di là dei suoi confini.

I nostri eroi giungono dunque a Defiance con l’intento di fermarsi giusto il tempo necessario per racimolare abbastanza denaro per l’acquisto di un nuovo mezzo di trasporto, ma l’improvvisa morte del lawkeeper, cambia drasticamente i loro piani, perché Amanda decide non solo di affidare le indagini proprio a Nolan, ma addirittura di nominarlo nuovo sceriffo.

Scelta azzeccata, perché quando i Volge, la razza che più odia gli esseri umani e che vorrebbe vederli estinti per sempre, decideranno di attaccare la città, sarà proprio grazie a Nolan che Defiance eviterà di essere rasa al suolo.

Tra incomprensioni tra alieni e umani (ma anche tra alieni e alieni e umani e umani!), risse da bar, crimini più o meno efferati, nuovi amori, nuovi amici, e soprattutto nuovi nemici, la nuova vita dell’ex marine e della figlia si rivelerà alquanto movimentata! E poi c’è il mistero che circonda Irisa fin dalla sua nascita…cosa succederà alla ragazza? Se volete scoprirlo, l’appuntamento con Defiance è ogni mercoledì alle 21.00 a partire dal 17 settembre, solo su AXN SCI-FI.

Completano il cast Fionnula Flanagan, che interpreta l’ambigua ex sindaco Nicky; i britannici Tony Curran e Jaime Murray, che interpretano rispettivamente i Castithan Datak e Stahma Tarr, la spietata power couple della città; Graham Greene, che interpreta Rafe McCawley, il proprietario della più grande miniera del territorio, in perenne contrasto con i Tarr; Dewshane Williams, che interpreta Tommy LaSalle, il fidato vice di Nolan; Jesse Rath, che interpreta Alak Tarr, il figlio adolescente di Datak e Stahma, innamorato della figlia di Rafe; Nicole Muñoz, che interpreta Christine McCawley, la figlia minore di Rafe; Mia Kirshner, che interpreta Kenya Rosewater, la sorella minore di Amanda, nonché proprietaria del bordello cittadino; Trenna Keating, che interpreta la misteriosa dottoressa Ywell.

Non solo serie tv, però: Defiance è infatti anche un videogioco multiplayer le cui storyline si intersecano con quelle dello show televisivo, per una ricchezza e una complessità dell’universo narrativo davvero uniche, e un’esperienza multi-piattaforma senza precedenti.

Infine, una piccola curiosità: alcune delle lingue aliene, tra cui quelle delle razze Castithan e Irathient, sono state ideate dal linguista David J. Peterson, famoso per il suo contributo alla serie Il Trono di Spade, per la quale ha creato la lingua Dothraki.