Non c’è caccia più emozionante di quella che porta a vedere la luce.
Non si tratta di un raggio spirituale, bensì del luccichio più prezioso che esista: quello dell’oro.
Proprio questo bagliore è il fil rouge (anzi: il fil d’or) del franchise più seguito dai gold addict: La febbre dell’oro (Gold Rush) che torna alla grande con una quinta stagione che vi abbaglierà.
Da mercoledì 18 febbraio alle 22.55 su Discovery Channel non perdete l’appuntamento con l’eroico Parker Schnabel e compagni. O meglio: avversari…

Se Schnabel, dopo l’incredibile successo ottenuto lo scorso anno quando conquistò quasi un milione e mezzo di dollari in oro, si prefisserà il nuovo obiettivo di trovare quasi sessanta chili di pepite (per un guadagno di ben due milioni e mezzo di dollari), l’altro concorrente assai più sfortunato, Todd Hoffman, tornerà dal Sud America agguerritissimo dopo l’esperienza fallimentare della scorsa stagione e tenterà di nuovo la fortuna negli States sfidando nuovamente il giovane fortunatissimo cercatore d'oro.
Riuscirà il povero Todd a tenere testa a Parker Schnabel almeno questa volta?
Ma Parker non è la sola minaccia per Todd Hoffman: ci saranno infatti due nuove squadre di minatori, quella capitanata da Tony Beets (vera e propria leggenda mineraria del Klondike) e quella di Freddy Dodge e Dave Turin, ex membri della squadra degli Hoffman.
Tony Beets detto il “Vichingo” farà passare parecchie notti insonni agli avversari: la sua enorme esperienza in campo minerario e il macchinario da estrazione da un milione di dollari che ha acquistato per l'impresa daranno del filo da torcere agli altri.
Però la macchina comprata è piuttosto datata, dal momento che risale a settantacinque anni fa… Tony e la sua crew dovranno smontarla pezzo per pezzo nel tentativo di rimetterla in moto.
Riuscirà il Vichingo a fare andare l’estrattore? Riuscirà Todd Hoffman a riguadagnare soldi e dignità, entrambi persi nella stagione scorsa? Riuscirà Parker a trovare sessanta chili d’oro?
Non resta che scoprirlo in questa nuova, emozionante stagione!

Negli Stati Uniti l’esordio della quinta stagione è stato il programma più visto della tv via cavo, con la bellezza di tre milioni e seicentomila spettatori incollati allo schermo.
Il produttore esecutivo Christo Doyle ha rivelato durante un’intervista al The Hollywood Reporter che “In questa nuova stagione avremo nuovi minatori, nuove macchine, nuove tecniche per scovare l’oro nel terreno, motivi per cui si vedranno parecchie più pepite di quante ne abbiamo viste nelle precedenti edizioni”.

Un appuntamento da non perdere: La febbre dell’oro, da mercoledì 18 febbraio alle 22.55 su Discovery Channel.