In occasione della Festa della Mamma, dal 7 al 13 maggio De Agostini Editore trasformerà alcune fasce di DeAKids e DeAKids+1, il main channel del network De Agostini visibile in esclusiva su SKY, nello speciale “Barbie Channel”, il primo canale tv dedicato all’eroina di grandi e piccoli. Il “temporary channel” tutto al femminile, ospiterà tantissimi film d'animazione legati a questo iconico personaggio: Barbie infatti è un vero e proprio mito per tutte le generazioni, anche per le bambine di oggi che guardano e apprezzano i film di Barbie che DeAKids trasmette abitualmente all’interno del suo palinsesto.

 

Il suo vero nome è Barbara Millicent Robert, ma per tutti è solo Barbie! 

Definirla una bambola sarebbe riduttivo, Barbie infatti è un’icona globale, che in 56 anni di vita è riuscita ad abbattere ogni frontiera linguistica, culturale, sociale, antropologica.

 

Barbie nel corso degli anni è stata interprete delle trasformazioni estetiche e culturali della società lungo oltre mezzo secolo di storia, ma - a differenza di altre, o di altri miti della contemporaneità che sono rimasti ingabbiati nel loro tempo ha saputo evolversi e resistere allo scorrere degli anni. E soprattutto è riuscita a farsi amare in tutto il mondo, anche dalle bambine di oggi.

Tra i titoli di Barbie Channel, in prima tv Sky sabato 7 maggio alle ore 20.00 andrà in onda il film “Barbie e il tesoro dei cuccioli”. Nel film, Barbie e le sue sorelle, cercando in soffitta trovano una mappa del tesoro che sempre condurre in un luogo della loro città. Le ragazze, insieme ai loro cuccioli, decidono di partire per l’avventura e solo alla fine del viaggio capiranno che il vero tesoro è solo l’amore che solo tra sorelle si può’ provare.
 

Sempre dal 7 maggio oltre a Barbie Channel, partirà su DeAKids (Sky, 601) in prima tv SKY ogni giorno alle 19.00 la serie animata “Mia and Me”: la serie, trasmessa da più di 50 paesi e in onda su più di 70 canali in tutto il mondo unisce live action e animation e racconta le vicende della dodicenne Mia che, dopo la morte dei genitori, è costretta a trasferirsi in collegio: le uniche cose rimaste dei genitori, datele dal suo tutore, sono un vecchio libro sugli unicorni di Centopia e un braccialetto, che costituisce il portale d'accesso per il mondo parallelo di Centopia. Un giorno Mia scopre che, grazie a questi due oggetti, può teletrasportarsi a Centopia con le sembianze di un elfo e parlare con gli unicorni.