di Paolo Nizza



God Save The  Scream Queens
 

Artificiale  e sintetico come una bubblegum. Trendy e fetish come il costume in latex di un diavolo rosso. Scream Queens  è un biglietto di sola andata per un morbido inferno post-moderno in cui le ragazze si chiamano tutte Chanel. L'ineluttabile evoluzione social delle Mean Girls, delle Heathers, delle Jawbreakerrs. fashion victims di nome e di fatto, ma pure serial killer in leggins e gloss, le protagoniste di questo delirante, ipnotico mash-up di tra uno shasher movie e una teen comefy, sono le regine urlanti di un regno in cui la logica e la morale durano il tempo di una collezione primavera-estate, in cui gli amori sono eterni quanto un video caricato su snapshot.

Beffardo e geniale, Ryan Murphy spariglia le carte in tavola, altera i plot, sbertuccia la logica e abbraccia la celebra massima di Oscar Wilde: "Niente è più necessario del superfluo".
Una sorta di 10 piccoli indiani al tempo di twitter, facebook e instagram, in cui il sangue scorre, la moda cambia e le persone sono autentiche e vere quanto un extenction.

 

Lo stile

"Verrà la morte e avrà i tuoi fiocchi". Parafrasando Cesare Pavese, il tristo mietitore in Scream Queens è capriccioso e financo vezzoso quanto un'aspirante modella adolescente, un  filo stronza e ricca di  disturbi alimentari

La nuova creazione di Ryan Murphy è una surreale collezione a di skinny bitch color pastello. Bambine viziate e viziose le protagoniste della serie tv,  sfilano nella catodica passerella, scandita in 13 episodi, in un'epifania di boa di piume di struzzo, di pellicciotti indossati anche in estate, di minigonne inguinali, di tacchi a stiletto degni di una mistress prodom.

 

Hanno la residenza in un attico con vista sullavie en rose, questi altezzose e disturbate  fenicottere cresciute e mai maturate all'ombra dell'aforisma di Kate Moss:" Nessun cibo è buono come il sentirsi magre."

 

 

La Trama

Scream Queens racconta le vicende della confraternita Kappa Kappa Tau dell'università di Wallace. Chanel Oberlin (Emma Roberts), la ricca e viziata presidentessa della confraternita, vuole garantire l'esclusività del proprio gruppo scegliendo chi possa farne parte. Per riuscire nel suo intento escogiterà perfidi e crudeli riti di iniziazione, fino a quando un serial killer vestito come la mascotte dell'università non comincerà a seminare il panico nel campus. Proprio come vent'anni prima, quando una ragazza della Kappa Kappa Tau fu ritrovata morta nella vasca da bagno

 

 

Il Cast


Scream Queens può vantare un cast adorabile e glamour: olte a Emma Robert superba e irresistibile principessa dell'insolenza ci sono Lea Michele (protagonista di Glee), la vincitrice di due Golden Globe Jamie Lee Curtis, , Chad Michael Murray (Dawson’s Creek), Abigail Breslin (candidata all'Oscar per Little Miss Sunshine), Skyler Samuels (American Horror Story), Patrick Schwarzenegger (figlio di Arnold), Glen Powell, Keke Palmer, Oliver Hudson (Dawson's Creek), Nasim Pedrad (Il Dittatore) e i cantanti Ariana Grande e Nick Jonas.

 

 

Le frasi Cult

 

"So che pensi che le sorellanze siano una specie di associazione femminile magica, ma in realtà sono come "Il Trono di Spade" dietro quella facciata.

Questo armadio è la cosa più preziosa della mia vita. È come una seconda vagina per me. E tu hai violato il mio armadio vagina!”

" Faremo un gioco chiamato " Cocaina o Dildo"


"Sono abbastanza sicura di essere nata senza la parte del cervello che permette di provare emozioni. Credimi quando dico che se fosse possibile per me provare qualcosa, sarei completamente in lacrime in questo momento."

La Critica

"Non sorprende -dopotutto, parliamo di Ryan Murphy- che lo show sia estremamente divertente e con un cast di assoluto talento” (Vanity Fair) “

"Scream Queens è probabilmente la mossa più furba che Ryan Murphy abbia mai fatto: ha tutti i migliori elementi di Glee e American Horror Story” (Rolling Stone)

“E’ come se Scream avesse incontrato Animal House oppure un divertente incrocio fra Venerdì 13 e La rivincita delle bionde” (Usa Today).