Un viaggio sul pianeta rosso, tra scienza e fantascienza in una nuova serie televisiva prodotta dai premi Oscar Ron Howard e Brian Grazer.

 

In onda su National Geographic (canale 403 di Sky) il martedì alle 20:55 dal 15 novembre 2016, Marte si sviluppa tra il presente e un ipotetico futuro, il 2033, tra rappresentazione cinematografica e realtà scientifica, unendo gli elementi di un film (ambientato nel 2033) a interviste a scienziati e personaggi contemporanei a vario titolo coinvolti nella ricerca spaziale.. Un evento globale che sarà proposto dai canali National Geographic di 171 paesi del mondo in 45 lingue diverse

 

Siamo nel 2033 e lo sbarco dell’uomo su Marte sta per diventare realtà. Mancano 90 secondi all’ammartaggio e l’equipaggio della navicella Daedalus è pronto a questo momento storico per l’umanità. Si tratta di un equipaggio internazionale composto da sei astronauti attentamente selezionati: il comandante Ben Sawyer (Ben Cotton, Battlestar Galactica: Blood and Chrome), la pilota coreana Hana Seung (Jihae) la cui sorella gemella fa parte della squadra di controllo a terra con base a Londra, l’idrologo e geochimico spagnolo Javier Delgado (Alberto Ammann, Narcos), la fisica e biochimica francese Amelie Durand (Clementine Poidatz, Profiling), l’ingegnere meccanico nigeriano Robert Foucault (Sammi Rotibi, Batman v Superman: Dawn of Justice) e l’esobiologa e geologa russa Marta Kamen (Anamaria Marinca, Fury).

Muniti della più avanzata tecnologia, questi astronauti dovranno stabilire la prima colonia su Marte.

 

Ma Marte non è solo finzione: la serie annovera interviste ad alcune delle menti più brillanti del mondo scientifico che stanno lavorando alla conquista del  Pianeta rosso. Tra questi Elon Musk, fondatore di SpaceX, l’azienda aereospaziale statunitense che sta lavorando allo sviluppo di tecnologie che riducano i costi dell'accesso allo spazio, Charles Bolden, amministratore delle NASA e ex astronauta, James Lovell comandante dell’Apollo 13, Jennifer Trosper, mission manager di Mars2020, e Andy Weir autore di The Martian.

Nel cast tecnico anche un’italiana, la costumista Daniela Ciancio (La grande bellezza, Il Divo, Il pranzo della domenica, Maradona la mano de Dios), vincitrice di due David di Donatello rispettivamente per Il resto di niente e La grande bellezza.

La serie vanta inoltre una colonna sonora d’eccezione, firmata dal frontman dei Bad Seeds Nick Cave e da Warren Ellis. 

 

GLI EPISODI


Episodio 1

Siamo nel 2033, la prima missione entra nell'atmosfera del pianeta rosso, ma l'equipaggio della Daedalus si trova in serio pericolo quando il sistema di atterraggio della navicella va ofin panne.

Nella realtà dei giorni nostri, SpaceX tenta di far atterrare il primo razzo riutilizzabile al mondo, al fine di aprire la strada alla tecnologia che aiuterà l'uomo a raggiungere Marte.

 

Episodio 2

Nel 2033, l’equipaggio affronta le difficolta dell’ambiente marziano per raggiungere il campo base. Una vera e propria corsa contro il tempo per tentare di salvare la vita al comandante Sawyer rimasto ferito durante l’ammartaggio.

Nel presente, l'astronauta della NASA Scott Kelly partecipa ad una missione storica della durata di un anno a bordo della Stazione Spaziale Internazionale, mostrando le difficoltà fisiche ed emotive affrontate dagli astronauti nell’esplorazione spaziale.  

 

Episodio 3

Nel 2033, la missione Daedalus è in pericolo: l'equipaggio deve trovare un rifugio in grado di proteggerli dalle radiazioni prima che sia troppo tardi.

Nel presente, l'ESA (Agenzia Spaziale Europea) e Roscosmos, l'ex agenzia spaziale russa, collaborano per lanciare un satellite che risulterà fondamentale per pianificare le future missioni su Marte.

 

Episodio 4

Siamo nel 2037, sono trascorsi quattro anni da quando l'equipaggio di Daedalus è atterrato su Marte e ha stabilito il primo insediamento, Olympus Town . E’ il momento di far arrivare nuove forze per eseguire i piani di espansione ma una tempesta di sabbia minaccia l’avamposto.

Nel 2016, la stazione di McMurdo in Antartide è un esempio moderno di come gli esseri umani potranno insediarsi su Marte.

 

Episodio 5

Siamo sempre nel 2037, una tempesta di sabbia si è protratta per mesi mettendo a dura prova Olympus Town ma anche il benessere psicologico dei suoi abitanti.

Nel presente, gli scienziati studiano gli effetti dell’isolamento in missioni a lungo termine al fine di prepararsi per una futura missione umana su Marte.

 

Episodio 6

Nel 2037, una tragedia mette in discussione la missione. Mentre gli abitanti di Olympus Town cercano di far fronte alle difficoltà, sulla terra viene presa in considerazione la possibilità di interrompere la missione.

Nel presente, l’azienda aerospaziale SpaceX lavora a razzi che possano aiutare l’umanità a raggiungere il pianeta rosso.  

 

L’EQUIPAGGIO

Ben Sawyer (interpretato da Ben Cotton) – E’ un leader carismatico e un esperto astronauta. Laureato al MIT è un uomo scrupoloso, la missione su Marte è il culmine della sua carriera e il suo unico obiettivo.

 

Hana Seung (interpretato da Jihae) - Ha trascorso l’infanzia spostandosi tra le basi militari degli Stati Uniti dove i suoi genitori venivano assegnati. Hana ha sviluppato così da una parte un desiderio di stabilità, dall’altra una forte capacità di adattamento. Lei e la sorella gemella Joon sognano di viaggiare nello spazio fin dall'infanzia. E’ una donna determinata che ha lavorato duramente per ricoprire il ruolo di secondo in comando nella missione su Marte.

 

Javier Delgado (interpretato da Alberto Ammann) E’ il responsabile per la produzione e la gestione della risorsa più preziosa della colonia: l'acqua. Appassionato di golf, è un uomo socievole che, più dei suoi compagni, sarà messo a dura prova dall’isolamento marziano.

 

Amelie Durand (interpretato da Clementine Poidatz) – E’ forse la più empatica tra i membri dell’equipaggio, caratteristiche preziose per l'ambiente psicologicamente stressante di una nave spaziale.

 

Marta Kamen (interpretato da Anamaria Marinca) – Da ragazza ha assistito alla caduta della meteora Chelyabinsk nel febbraio 2013. Un’esperienza che l’ha fortemente influenzata nella scelta dei suoi studi. Pragmatica e realista, il suo temperamento sarà prezioso su Marte.

 

Robert Foucault (interpretato da Sammi Rotibi) – La sua intelligenza fuori dal comune è risultata evidente sin da bambino. Dopo una brillante carriera accademica, ottiene un dottorato di ricerca nel campo della robotica presso la Stanford University.