Il Trio Medusa arriva su SKY, protagonista di un divertente programma natalizio dal titolo Cena di Natale quasi perfetta,  10 appuntamenti in onda su SKY Uno dal 9 dicembre tutti i mercoledì e sabato alle 22,30.

Ispirandosi liberamente al Canto di Natale di Charles Dickens, dove i tre spettri sono inviati a spaventare il super avaro Scrooge, i tre ragazzacci del Trio Medusa (ovvero Giorgio Maria Daviddi, Gabriele Corsi e Furio Corsetti), invitano alcuni personaggi pubblici ad una imprevedibile e spassosa cena di Natale, prendendoli di mira con lo scopo di farli riflettere sulle nefandezze, compiute, se sono stati maleducati o hanno mentito spudoratamente, decidendo di volta in volta se meritano il perdono o una solenne punizione. Tra gli invitati all’originalissima cena Vladimir Luxuria, Linus, Enrico Brignano, Franco Califano, Katia Ricciarelli.

L’insolito “tribunale” è Casa Medusa, debitamente addobbata per le festività, e qui intorno a una tavola imbandita il Trio e l’ospite si riuniscono per cena serviti dall’avvenente governante Andrea Lehotska, provocante ma soprattutto irriverente, che non risparmia interventi e battute all’invitato e ai padroni di casa. Prima dell’arrivo dell’ospite, il Trio rivela alla governante alcuni indizi che riguardano l’ospite, facendo esplodere il dibattito sui temi da affrontare a cena, su cosa offrire da bere, e soprattutto su quale possa essere il regalo ideale per le nefandezze compiute dal personaggio in questione.

Nel corso della serata, quando i padroni di casa sentono la necessità di consultarsi, si dileguano con una banale scusa e, dopo aver illustrato e discusso il caso nei dettagli, Gabriele, Furio e Giorgio tornano in scena e come vuole la tradizione natalizia, portano con sè il regalo per l’ospite. Fondamentale è il momento conclusivo perchè prelude non tanto al panettone quanto alla “sentenza finale”: i regali sono sempre molto particolari, spesso cattivi, scelti con cura per indirizzare il prescelto o verso il ravvedimento, in attesa del perdono che lo spirito natalizio prevede, o di farlo reagire violentemente così da decretarne una simbolica eliminazione finale.