Guarda le foto dei Casting di X-Factor
X Factor. Cantando Vasco

di Camilla Sernagiotto

Quando il sogno nel cassetto è quello di diventare una Rock o Pop Star, spesso il pensiero va alle stelle a stelle e strisce: Madonna, Lady Gaga, Michael Jackson e chi più ne ha più ne metta.

È raro che un aspirante mostro sacro della musica desideri intensamente diventare un cantautore italiano o una stellina delle sette note.

Anche i concorrenti di X-Factor spesso la pensano così, o almeno le loro scelte musicali riflettono questo grande amore per tutto ciò che è oltreoceano o per lo meno scritto in inglese: dal chitarrista-cantante americano John Mayer all’ugola d’oro zecchino appartenente alla londinese Adele, chi è accorso ai provini preferisce di gran lunga nomi di respiro internazionale ai nostri Eros Ramazzotti, Mina e Giorgia.

E proprio la hit di Adele, Rolling in the Deep, è il brano più gettonato tra i giovani candidati, che trovano nelle sue note la strada perfetta per mostrare tutte le acrobazie vocali possibili e immaginabili…

Tornando agli Stati Uniti, perfino le Hawaii sono richiestissime: tra i cantanti preferiti dai maschietti dotati di voce calda e sensuale, l’hawaiano Bruno Mars è in cima alla classifica.

Da Janis Joplin agli Evanescence passando per Whitney Houston e Aretha Franklin, sono tanti i filoamericani che si sono dati appuntamento ai Casting.

E con loro innumerevoli esterofili il cui vero amore non è tanto la provenienza geografica, bensì la lingua: il grande protagonista di questi giorni è stato l’inglese, sia quello di band britanniche come i Beatles e i Rolling Stones, sia quello con più accento a stelle e strisce.

L’unico problema delle ugole italiane è spesso la pronuncia, che a volte porta proprio a canticchiare nella mente le parole di Renato Carosone: “Tu vuò fa l' americano, ma si nato in Italy!”