di Francesco Chignola

Se siete iscritti a Facebook o Twitter, vi capiterà molto spesso di ricevere email che vi avvertono che tizio o caio vi hanno aggiunto come amici. È la prima abitudine che si coltiva sui social network. Poi sta a voi decidere se restituire il favore, o se ignorarli ficcando immediatamente il messaggio nel cestino.

Se nei prossimi giorni vi arrivasse un messaggio dell'Esercito Americano, quindi, non preoccupatevi, non spaventatevi, non ficcate tutti i vostri oggetti personali in una valigia, non comprate un biglietto per Capo Nord. È soltanto che anche le Forze Armate statunitensi hanno deciso di svecchiarsi. E di scendere in campo.

Adesso infatti esiste un profilo di Twitter dell'esercito americano, aggiornatissimo e con più di 6 mila "followers" (ovvero utenti di twitter iscritti al flusso). C'è anche un twitter più specifico della Air Force, che possiede anche il suo blog ufficiale. Ma non solo: l'Esercito Americano è sbucato anche su Facebook, con pagine dedicate e gruppi dediti alla promozione online delle opportunità fornite dall'Arma stanunitense.

Obiettivo principale: i giovani tra i 18 e i 24 anni. Dopotutto, la strategia è del tutto comprensibile: l'utenza Internet più massiccia, secondo la vulgata, è composta da ragazzi che non sanno cosa fare della propria vita, e che passano la giornata in casa a giocare a videogame (di guerra, magari) e ad aggiornare il proprio status su Facebook o a twittare. Insomma, il target ideale per un bel reclutamento.


Sei appassionato di cinema? Scopri come vincere un viaggio ad Hollywood e tanti fantastici premi.