di Marco Agustoni

Facebook ha fatto il botto. Ormai in Italia, con un certo ritardo rispetto ad altre parti del mondo, il popolare social network è sulla bocca di tutti: comprensibile quindi che, in fretta e furia, qualcuno abbia cercato di farci su un film. Nasce così Feisbum (nelle sale dall’8 aprile), instant movie diviso in episodi e sketch che indaga, senza però perdersi troppo in considerazioni sociologiche, usi e costumi degli utenti di Facebook. C’è quindi chi approfitta dei social network per fingersi qualcun altro, chi si mette nei guai perché è stato taggato in una foto compromettente, chi tenta soltanto di abbordare belle ragazze e chi semplicemente si sente solo e cerca amici nella Rete.

Dietro la macchina da presa di Feisbum si sono alternati sette giovani registi, che si sono trovati a dirigere un folto cast all’interno del quale si ritrovano volti noti come quello di Caterina Guzzanti, Pietro Taricone e Corrado Fortuna o nuove promesse come Vinicio Marchioni e Daniele De Angelis, rispettivamente il Freddo della serie tv di Romanzo Criminale e uno degli studenti della fiction tv I liceali. Al di là dell’aver raccolto una serie di giovani professionisti attorno a un unico progetto, il film ha di certo il merito di aver intercettato con prontezza il fenomeno del momento e di averne sfruttato le potenzialità di presa sul grande pubblico.

Ecco il trailer di Feisbum