di Marco Agustoni

Un passo oltre il già incredibile Google Earth, che permette a chiunque di vedere immagini aeree dettagliatissime di buona parte del mondo, c’è Google Street View. La popolare feature di Google Maps e dello stesso Google Earth permette infatti di avere una visuale panoramica a 360° in orizzontale e 270° in verticale di strade, piazze e vicoli di alcune città di Stati Uniti, Gran Bretagna, Francia, Spagna, Olanda, Italia e non solo. Insomma, un po’ come essere dentro la mappa, tanto per intenderci. Ma come fa Google a fornire un servizio tanto complesso e dettagliato?

Il mezzo principale utilizzato da Google consiste in una flotta di automobili equipaggiate con un sistema avanzato di fotocamere che, andando su e giù per le cittè, ne “catturano” le vie principali. Ma come molti di noi si renderanno conto vivendo in un paese come l’Italia, in cui l’urbanistica di molte città è ancora influenzata dalle loro antiche origini, ci sono molte vie e viuzze in cui in auto è impossibile passare. Per non parlare poi di posti come Venezia, per ovvi motivi off limits per le macchine. La soluzione: “passeggiatori” professionisti che girano la città con le videocamere in spalla, come si può vedere da questa foto. O ancora, come esemplifica il sottostante filmato girato per le vie di Roma, con i Google Trikes (o Tricks), ovvero con dei grossi tricicli attrezzati all’occorrenza. Non sappiamo se la paga sia buona, ma con tutto questo pedalare in giro per le metropoli, di sicuro i ciclisti della Google si saranno fatti due polpacci di tutto rispetto…