Sono ormai lontani i tempi dei Prossimamente al cinema televisivi, una volta in pratica unico canale per i trailer dei film, a eccezione dei promo che precedono le proiezioni in sala. Con l’avvento di siti come YouTube, i trailer hanno trovato un nuovo, potentissimo mezzo di diffusione. Una volta caricati, infatti, i video promozionali possono oggi essere embeddati (ovvero, per farla semplice, ripresi e utilizzati) da chiunque sul proprio blog, tumblr o account di Facebook e di qui condivisi con una catena potenzialmente infinita di amici, conoscenti o semplici navigatori di passaggio.

Alcuni film, comprese le potenzialità del mezzo, hanno cominciato a studiare i modi per sfruttarle appieno e hanno costruito di conseguenza le proprie campagne promozionali. Un caso recente è quello di Cloverfield, film prodotto dal geniale J.J. Abrams, l’uomo dietro Lost e l’ultimo capitolo di Star Trek: la pellicola è diventata un caso ancor prima di uscire nelle sale grazie alle sapienti operazioni di viral marketing che si sono per lo più basate sul passaparola in Rete. Tra queste, un ruolo fondamentale è stato svolto dagli accattivanti trailer e teaser trailer diffusi su internet e ripresi da milioni di curiosi che hanno contribuito ad accrescerne la popolarità.

Vista la facilità con cui i trailer possono essere messi a disposizione in Rete, c’è chi nel tempo ha pensato che non fosse necessario limitarsi ai prossimamente dei film. Dopotutto, è piuttosto comune vedere in tv i promo di libri in via di pubblicazione. Ecco così nascere i book trailer. E di lì, ultimi arrivati (almeno in Italia), i comic trailer, ovvero delle presentazioni di fumetti appena pubblicati o prossimi all’uscita nelle librerie e fumetterie. Quest’ultimo passo è stato possibile soprattutto al recente successo delle cosiddette graphic novel, ovvero i “romanzi a fumetti” (c’è ancora, purtroppo, chi non riesce a pronunciare la parola “fumetto” senza pensare a dei disegnini per bambini), in cui la parte narrativa è preponderante rispetto all’impianto grafico (ma anche qui, ancora non c’è un accordo sulla precisa definizione).

Per fare un esempio di ciò di cui si sta parlando, ecco il comic trailer di Rughe di Paco Roca, edito da Tunué