di David Saltuari

Tutte le ricerche fatte su Google dagli italiani dal 2004 a oggi, divise per anni, categorie e  province, messe a confronto tra di loro e differenziate per valori assoluti e trend di crescita. Un'incredibile mole di dati che da oggi è disponibile in italiano grazie a Google Insight for Search, lo strumento messo a disposizione dal motore di ricerca per curiosare nelle sue stesse statistiche.

Leggendo i dati degli ultimi anni si vede facilmente come l'Italia sia diventato un paese sempre più connesso e legato agli usi della rete. Le parole più ricercate nel 2004 avevano ancora un  forte legame con il cosiddetto mondo reale: al primo posto Roma, seguito da lavoro, DVD, auto e meteo. Parole che esprimevano tutta la materialità dei propri significati, quasi novecenteschi, per esempio, in quell'involontario binomio automobili e lavoro. La prima parola in qualche in qualche modo legata al web era solo all'ottavo posto: Mp3, in quegli anni ancora un strumento che muoveva i primi passi. Solo cinque anni dopo, l'immaterialità del web la fa da padrona. Le parole più cercate sono tutte legate al mondo di Internet e dei social network: ai primi cinque posti ci sono Facebook, YouTube (cercato in tutte le sue declinazioni), Libero, con Roma caduta inesorabilmente al quinto posto. Un definitivo passaggio da un secolo dominato dagli atomi verso un'era dominata dalle connessioni.

Ma questi dati fanno riferimento ai valori assoluti: se si vuole capire quali sono gli argomenti che hanno veramente infiammato la rete fino a diventare fenomeni di costume e cultura bisogna leggere i trend dei vari anni. Quel dato, insomma, che racconta quali sono le chiavi di ricerca che, in un dato periodo di tempo, hanno visto una crescita improvvisa e corposa nel loro utilizzo. Cercando tra i migliori trend degli ultimi trenta giorni, per esempio, emerge come le parole riferite al superenalotto hanno visto un aumento nel loro utilizzo vicino al 200%.

Allargando i parametri di ricerca e andando indietro nel tempo si è dunque in grado di  trovare il momento esatto in cui fenomeni per noi ormai familiari sono esplosi e diventati di pubblico dominio. E anche qui la lenta conquista del mondo della rete su quello materiale è inarrestabile.

Nel 2004 gli argomenti che segnano i maggiori tassi di crescita sono ancora parole come natale, Vasco Rossi, Low Cost, Last Minute e un bucolico Agriturismo. Il 2005 vede già il definitivo abbandono delle atmosfere campestri a favore della conquista dello spazio: il termine di maggior successo è Google Earth. Il sistema che permette di cercarsi in tutto il mondo attraverso le immagini del satellite è LA storia di successo di quell'anno. Alle sue spalle iniziano ad affacciarsi ebay e msn. Il 2006 segna l'arrivo di Wikipedia. Nel corso dell'anno la parola vede un aumento del 450% nelle ricerche, segno che da strumento per pochi inizia a diventare l'enciclopedia globale che è oggi. L'anno successivo inizia il dominio dei social network: la parola di maggior successo è Netlog, social network per ragazzi e Badoo, che segna un aumento stratosferico del 2850% nelle ricerche. E' quello anche l'anno del fenomeno YouTube (complice anche un'iniziale demonizzazione dei media tradizionali), che registra un aumento del 900%,

A partire dal 2008 le ricerche di Google vengono infine monopolizzate da un'unica parola: Facebook. Il social network di Mark Zuckerberg domina incontrastato gli interessi degli italiani da ben due anni, segnando in questa prima metà del 2009 un aumento del 3000% nelle richieste su Google. Ma attenzione. La rete è veloce a seguire nuove mode e a cambiare direzione e magari tra un anno saremo qui a commentare il successo di un termine ancora sconosciuto.