di Gabriele De Palma


Il mondo è pronto per Kindle, il libro elettronico secondo Amazon: da oggi è possibile prenotarlo in oltre cento paesi del mondo (tra cui anche l’Italia), ma le prime spedizioni partiranno solo dal 19 ottobre. Un mercato decisamente in fermento quello degli e-reader, in cui si stanno lanciando tutti i big dell’elettronica di consumo. Il modello in vendita – a 279 dollari (circa 190 euro) - è il Kindle 2, evoluzione del primo oggetto ideato dall’azienda di Jeff Bezos che non ha mai attraversato l’Oceano. C’è poi un terzo Kindle, il Dx, di fascia e prezzo superiore, ancora riservato esclusivamente al pubblico a stelle e strisce che però ha recentemente subito la bocciatura da parte degli studenti di Princeton che l’avevano avuto in prova per due settimane: impossibile prendere appunti a margine del testo, lento da consultare, insomma ancora non regge il confronto con i libri in formato cartaceo.

A contendere il trono dei lettori elettronici ad Amazon proverà, dal prossimo anno, anche Apple, finora tenutasi fuori dalla contesa. La webzine Gizmodo ha diffuso alcune immagini del nuovo Tablet della mela morsicata: senza tastiera, uno schermo più ampio e touchscreen - una caratteristica diffusa sui modelli di tutti i produttori - e un aspetto che lo fa sembrare il fratello maggiore dell’iPhone (di cui condivide anche il sistema operativo): Apple riuscirà a rivoluzionare l’editoria digitale così come ha fatto con la musica e i suoi iPod?

Chi si è invece portata avanti nei contenuti da visualizzare sugli e-reader è Sony, che ha siglato un accordo con Google per offrire gratuitamente agli utenti dei suoi tanti modelli (3 negli ultimi 12 mesi) le opere in pubblico dominio digitalizzate e disponibili su GoogleBooks: oltre un milione di titoli. Tutto ciò non è ancora disponibile per l’Italia, dove bisogna accontentarsi dei dispositivi iLiad e Cybook. Per entrambi i modelli, il bookstore Simplicissimus mette a disposizione un piccolo, ma discreto catalogo online: non solo libri, ma anche giornali (per esempio, La Stampa).

C’è però chi crede che gli attuali e-reader non possano ancora reggere la concorrenza con la carta. Plastic Logic ha così preso una strada alternativa al vetro degli attuali lettori: un foglio flessibile e molto più leggero (guarda il video). Ma per vederlo nelle vetrine dei negozi bisognerà attendere ancora un anno.

GUARDA LA FOTOGALLERY