di Francesco Chignola

Quante volte vi è capitato di pensare, trovandovi di fronte sulla rete o in televisione, che alcuni giapponesi abbiano effettivamente qualche rotella fuori posto? Lo sanno bene quelli della Gialappa's Band, che sul loro storico Mai Dire Banzai hanno costruito la loro fortuna. Ma a volte si varca la linea del folklore e delle differenze culturali, e si sfocia nella pura follia. Irresistibile, ovviamente. L'ultima? C'è un giapponese che ha sposato un videogame.

Ovviamente, il videogioco si prestava a questo fraintendimento fin da principio. Non stiamo parlando di un tizio che ha sposato la principessa rapita nel castello di Super Mario Bros oppure l'imbattibile Chun-Li di Street Fighter. Il videogame in questione si chiama infatti Loveplus ed è un gioco cosiddetto di dating simulations. Sì, c'è un'intera categoria e molti titoli disponibili. Scopo del gioco: non è portare a termine una missione complicatissima sconfiggendo una trafila di nemici, bensì riuscire a intraprendere una relazione duratura con uno dei personaggi proposti dal gioco.

In Loveplus, nello specifico, il giocatore è uno studente del liceo appena giunto in una nuova città, e i personaggi che incontra sono tre ragazze, Manaka Takane, Rinko Kobayakawa e Nene Anegasaki. La prima è una ragazza studiosa e sportiva, la seconda è più solitaria e ispirata addirittura, a quanto pare, a un personaggio dello scrittore di culto Haruki Murakami, un esperto di adolescenti introversi. Ma è Nene ad aver attirato le attenzioni e persino l'amore di un ragazzo giapponese che si firma "Sal9000". Tanto che il giovane ha deciso di sposare la ragazza, appassionata di horror e dal carattere maturo. Oltre che completamente inventato.

La cerimonia si è svolta il 22 novembre scorso, con tutti i crismi di un normale matrimonio, tranne che al posto della sposa c'era una consolle portatile di color rosso. E ovviamente è stata trasmessa in streaming sul web, alla presenza di un nutrito gruppo di spettatori incuriositi da queste nozze bizzarre. Da quando siti come Boing Boing e Huffington Post hanno trattato la vicenda, Sal9000 è diventato una star del web. E a rispondere a chi pensava ad uno scherzo scemo, ci ha pensato lo stesso neo-sposo: inviando alla redazione di Boing Boing una lettera e un set di fotografie. Scattate dai due (...) durante il loro viaggio di nozze.

Ora non resta che il momento più difficile: raccontarlo ai genitori.