Internet entra anche nell'equipaggiamento delle automobili dando la possibilità al guidatore o al passeggero di connettersi a Facebook e Twitter. E' questa una delle principali novità emerse al Consumer Electronics Show, la fiera dell'elettronica di Las Vegas, una delle più importanti al mondo. L'obbiettivo dei costruttori sembra quello di introdurre la tecnologia al servizio di chi è al volante senza per questo distrarre dalla guida.

La Ford, per esempio, ha presentato una linea di automobili equipaggiate con la connessione ad internet e che permette di usare Twitter e Facebook ma anche di scegliere le stazioni radio sul web attraverso il volante. Secondo il presidente e CEO (chief executive officer) di Ford Alan Mulally, la strategia della connessione al web sull'auto è centrale per il gruppo. In effetti la richiesta di questo tipo di innovazioni è in aumento, secondo la Consumer Electronics Association, secondo le cui stime la domanda per i gadgets elettronici nelle auto sta crescendo in modo esponenziale.

Tuttavia sono molte le opposizioni che dal punto di vista politico giungono all'eccesso di tecnologia internettiana sulle auto a causa del rischio di incidenti che questi gadget provocherebbe. Secondo i dati ufficiali nel 2008, quasi 6.000 decessi sulle strade sono stati causati da incidenti dovuti a distrazioni spesso causate da conversazioni al cellulare. Ogni giorno sono ben 800.000 guidatori ad usare il telefonino alla guida secondo l'Ente nazionale per la sicurezza sulle strade. E a proposito di sicurezza, alcune applicazioni presentate a Las Vegas vanno nella direzione di impedire che l'elettronica presente in auto non sia pericolosa per il guidatore. Fra queste, il software "ZoomSafer" che permette di interrompere le conversazioni telefoniche quando si superano i 25 chilometri l'ora o il Global Traffic Network, che fa squillare il cellulare quando sulla strada che si sta percorrendo si è verificato un incidente.