di Floriana Ferrando

Avete in programma un trasferimento Oltremanica? Ecco quello che fa per voi: la mappa dell’umore del Regno Unito, per vedere dove la gente è più felice e dove invece è la tristezza a farla da padrone.

Ecco così l’isola britannica ricoprirsi di pallini. Rosa dove si è felici, grigi dove l’umore è sotto ai piedi. Ma come si fa a stabilirlo? Tranquilli, niente insopportabili questionari telefonici o invadenti interviste in mezzo alla strada. La risposta è Twitter, uno dei più popolari social network del momento.

Basta inserire nel tweet che si vuole pubblicare l’hashtag #goodmood (buon umore), o #badmood (cattivo umore), e la città di residenza o parte del codice di avviamento postale e il gioco è fatto. Il meccanismo è semplice: la mappa dell’umore  troverà il vostro post e si aggiornerà con una pennellata di colore qua e là.

Un’iniziativa lanciata dal noto tour operator online Lastminute.com che ha introdotto la mappa nella sua campagna pubblicitaria, sperando che gli utenti siano invogliati a partire alla scoperta di mete felici. Dunque, stando alla Mood Map, state alla larga da Londra e puntato verso Liverpool e Leicester, le città apparentemente più serene.

La mappa dell’umore di Twitter è stata creata da Ben Marsh, già noto per aver sviluppato la Mappa della Neve. Anche lì c’entrava Twitter: bastava inserire la parola chiave nel proprio post per poter conoscere quasi in tempo reale le precipitazioni nevose in atto nel Regno Unito.

Un’idea utile quella della neve, originale quella dell’umore. Non è però una novità. Nei mesi scorsi ci aveva pensato Facebook a misurare la felicità 2.0 con il Gross National Happiness Index. Negli USA il giorno più triste degli ultimi due anni è stato il 25 giugno scorso, giorno della morte di Michael Jackson.

Originariamente l’iniziativa di misurare lo stato d’animo attraverso la Rete risale a We Feel Fine, un progetto volto a scoprire la felicità del mondo e la distribuzione di gioia e tristezza fra le diverse età. Secondo il primo studio pubblicato nell’agosto scorso dopo un periodo di quattro anni di monitoraggio, il giorno più felice degli ultimi anni corrisponde all’elezione del presidente Barack Obama.

Leggi tutto su Facebook