LEGGI ANCHE:
Il sexting impazza tra i giovanissimi

I vip su Facebook e Twitter: quando i paparazzi non servono
Vanessa Hudgens nuda in rete
Arriva Real Kanojo, la vera fidanzata virtuale

di Emanuela Di Pasqua

Ci si ritrae in pose osè e poi si pubblicano le foto online o si mandano via MMS. Questo è il sexting, definito anche l’arte del “sessaggiare”. Può essere un passatempo per coppie, un tentativo di adescare, uno scherzo, un gioco malizioso. In tutti i casi pare che il fenomeno riguardi un giovane su 4. Ma la novità è che anche i grandi, e non più solo i teenager o i giovani adulti, stanno sempre più a fare sexting, come dimostra il recente scandalo che ha coinvolto il campione di golf Tiger Woods e gli Sms hot inviati all’amante.

Ma ora il fenomeno da trasversale diventa inter-generazionale e coinvolge persino i cinquantenni, i quarantenni, i maschi, le femmine, gli sposati, i divorziati, i single e gli infedeli. E così arrivano subito gli esperti a suggerire piccoli accorgimenti, per difendersi se si è giovanissimi e per non rendersi patetici se si è un po’ in là con gli anni.

Secondo Suzanne Blake, consulente matrimoniale, il sexting può avere una valenza decisamente positiva tra coppie datate e avanti con gli anni: “E’ un’iniezione di fantasia e creatività all’interno di ménage un po’ stanchi, capace di rompere la routine e dare vigore ad un modo ludico di stare insieme”. Insomma i consulenti e i sociologi, i coach e i sessuologi si appassionano al sexting.

Tanto che oltre il neologismo sexting è nata anche una nuova parola per identificare gli esperti del settore, i Sexpert. Genie James, psicoterapeuta e Sexpert, offre tre semplici dritte per chi è nuovo a questa pratica e soprattutto per chi non ha diciotto anni e si muove con minor disinvoltura nell’universo tech-osè.

1) E’ meglio non accendersi troppo via cellulare se non si è sicuri di reggere il gioco anche offline. Meglio un po’ di pudore in più mentre si fa sexting se non si è sicuri di essere altrettanto spudorati di persona.

2) Abituatevi a rimuovere ciclicamente i messaggi in entrata e in uscita, anche quando i sessaggini riguardano mogli o mariti. Si tratta pur sempre di contenuti riservati e delicati. Un po’ di discrezione non guasta.

3) Iniziate gradatamente, senza aspettare che calino le tenebre. Prima è consigliabile provare qualcosa di suggestivo, ma senza sbilanciarsi troppo. Se a quel punto gli animi si dovessero scaldare, lanciatevi alla grande, senza timidezze. Un consiglio? Provate con una frase del genere: “Lascia stare la cioccolata…Assaggia me!”. E sperate che il destinatario non abbia letto la stessa fonte.