di Francesco Chignola

Una delle cose più belle del cinema horror è che sa essere molto rassicurante, nel modo in cui propone i suoi spaventi al pubblico. Per esempio, sappiamo bene che se un personaggio in un film del terrore sta prendendosi il suo tempo di fronte a uno specchio, meglio se quello del bagno, è probabile che prima o poi qualcosa o qualcuno, nella maggior parte una minaccia mortale, spunterà alle sue spalle. Facendoci sobbalzare sulla sedia o urlare di paura. Forse ci spaventiamo di più proprio perché sappiamo già che succederà: l'attesa di un cliché in fondo fa parte del gioco.

Chissà quante volte vi è capitato, di vedere una scena simile in un film. Decine? Ma il proprietario del blog FourFour ha deciso di mettersi d'impegno: ha cercato e trovato più scene possibili, creando un video divertentissimo intitolato "Mirror scare". Trentasei "spaventi allo specchio" in 4 minuti: dopo questo montaggio, gli horror non saranno più gli stessi. E se ne sono accorti molti siti che l'hanno segnalato negli ultimi giorni, da Funny or Die a Giavasan, da Slashfilm a Filmdrunk, da Today's Big Thing a Top of the Tubes. Eccolo:



Ora siete curiosi di sapere quali sono i film che si vedono nel video? Si inizia con il classico Phantasm, poi ci sono Halloween II di Rob Zombie, il remake di Omen, il geniale L'alba dei morti dementi e il capolavoro Un lupo mannaro americano a Londra di John Landis. E poi ancora: Che la fine abbia inizio, Orphan, Rifessi di paura, Halloween - 20 anni dopo, Nadja, Echi mortali, Saw 3. Ma anche Le verità nascoste di Zemeckis e una sequela di scene tratte dalle varie ramificazioni della saga di The Ring: nell'ordine, The Ring 2, The Ring, Ringu, Ringu 2. E non ci sono solo gli horror ma anche V per vendetta e Lussuria, seguiti da Candyman ancora Le verità nascoste, Hot fuzz, Il mai nato, The grudge, L'incubo di Joanna Mills, Ju-on, Nightmare 3, La bottega che vendeva la morte, Orphan, Dark water, Metro, The pusher, The unborn, The Broken. E in chiusura, ancora, Phantasm.

E qualche giorno dopo l'autore del blog si è convinto a fare un altro video. Un piccolo compendio: aveva infatti lasciato fuori La casa 2 di Sam Raimi e Repulsion di Roman Polanski. E non se lo sarebbe mai perdonato.