di Marco Agustoni

La cittadina spettrale di Silent Hill torna ancora una volta a funestare gli incubi dei videogiocatori: è infatti uscito anche in Europa Silent Hill: Shattered Memories, settimo episodio della popolare serie survival horror, disponibile per Wii, Playstation 2 e PSP. SHSM è una sorta di remake del primissimo episodio della saga - o meglio, una reinterpretazione - in cui ancora una volta lo sfortunato Harry Mason vaga per Silent Hill alla ricerca della figlia Cheryl.

Il gioco si apre nello studio di uno psicanalista, con cui Mason si confida: a seconda delle risposte date dal giocatore, varierà il profilo psicologico del protagonista, così come gli eventi nel gioco. Harry comincia poi a ricordare dell’incidente d’auto in cui ha perso conoscenza e soprattutto ha perso la figlia, scomparsa nella notte: armato di una sola torcia e di un telefono cellulare, l’uomo si avventura per la tetra e innevata Silent Hill alla ricerca della sua pargoletta, perseguitato da presenze angoscianti e spettrali. Le azioni di gioco si intrecciano di volta in volta con la seduta psicanalitica, in un crescendo di colpi di scena che riveleranno la labilità della mente umana.

Originale reinvenzione di un titolo di culto (da cui è anche stata tratta una pellicola cinematografica), Shattered Memories si distingue per la volontà di lavorare soprattutto sull’atmosfera e sull’aspetto emotivo dell’esperienza di gioco, piuttosto che sul versante dell’azione pura. Il risultato è un gioco insolito e inquietante, capace di terrorizzare ben più di altri videogame in cui sangue e budella scorrono a fiumi.

Per saperne di più su Silent Hill: Shattered Memories, visita il sito ufficiale del gioco