Guarda l’album sexy di Lady Gaga

di Alessandra Carboni

Potrà piacervi o meno, la sua musica e il suo stile potranno anche non essere nelle vostre corde, ma su una cosa non si può non essere d'accordo: Lady Gaga è un genio del marketing del web 2.0. La bionda Lady, il cui vero nome è Stefani Germanotta (a ricordarci che la giovane pop star americana - classe 1986 - ha origini italiane), è infatti la mente che sta dietro la maggior parte delle iniziative intraprese per promuovere la sua immagine e il suo lavoro in rete. Strategie che dovrebbero essere tenute a mente da tutti coloro che ambiscono a un posto nel mondo delle star.

A cominciare dal modo in cui Lady Gaga si relaziona con il pubblico tramite i media sociali. La cantante-ballerina non rinuncia a postare messaggi su Twitter per comunicare con i fan anche nel "dietro le quinte", durante i concerti, e utilizza la rete come canale principe per la diffusione della sua musica.

Si pensi che, lo scorso novembre, il lancio di Bad Romance è avvenuto in esclusiva sulle pagine del sito LadyGaga.com (http://www.ladygaga.com/) prima che su qualsiasi altro canale, attirando così tanto pubblico da finire col far crashare i server di Universal Music. Il videoclip su YouTube è stato più cliccato di alcuni tra i più popolari video virali musicali riversati nel web. Il popolo della rete la ama, e lo dimostra il grande seguito che ha all'interno dei due network sociali più popolari: al momento vanta infatti più di 3 milioni di follower su Twitter e oltre 5,6 milioni di fan su Facebook.

Un altro stratagemma che rende Miss Gaga tanto popolare riguarda la sua policy rispetto a video e fotografie di se stessa e delle sue performance. Evidentemente una delle regole che la giovane artista ha ben presente è che, oggigiorno, se si vuole la fama è necessario lasciare che il pubblico condivida una parte del successo: ed è per questo che, contrariamente a quanto avviene di solito, la cantante invita gli ammiratori a scattare foto e a registrare filmati durante i suoi concerti per poi riversarli online e condividerli con il mondo. Altro che fotografi ufficiali: Lady Gaga non protegge la propria immagine imponendo restrizioni e divieti, bensì affidandola (anche) a chi la segue e la ama. E sa perfettamente che, alla fine, quest'apertura paga - sia in termini di notorietà che economicamente.

Del resto i numero parlano chiaro: dal momento del suo debutto, con Just Dance nel 2008, le vendite dei suoi single in formato digitale hanno superato il tetto dei 20 milioni di unità e sono oltre 8 milioni gli album venduti. In meno di due anni Lady Gaga ha stabilito più record di quanti non ne abbia messo a segno Madonna (alla quale Gaga è da molti paragonata) nei primi 10 anni della sua carriera. Tutto merito dei social media, e dell'intuito di una 23enne cresciuta nell'epoca del web 2.0.