di Nicola Bruno

Guardare la tv insieme agli "amici" visualizzati sul telecomando. Oppure godersi la versione 3D di Avatar direttamente sullo smartphone. Sono queste alcune delle dieci tecnologie di frontiera che, secondo l'autorevole rivista statunitense Technology Review, nel corso del 2010 usciranno dai laboratori per arrivare nelle mani del pubblico di massa. Accanto ad applicazioni mediche importanti come le cellule staminali ingegnerizzate e gli anticorpi per sconfiggere il cancro, troviamo anche tecnologie destinate a cambiare il modo in cui navighiamo online e ci intratteniamo con i gadget digitali.

Social Tv - Secondo gli esperti del MIT, nel corso del 2010 vedremo esplodere i programmi di tv sociale. Ovvero i software che ci permettono di guardare una puntata di Lost chiacchierando in tempo reale con i nostri amici connessi a distanza.
Già ora gli utenti più esperti commentano in diretta le partite o i grandi show su Twitter, Facebook e Friendfeed. Con la scomodità, però, di dover tenere il portatile sulle ginocchia o di controllare gli aggiornamenti sullo smartphone. E' per questo che piccole e grandi compagnie si sono messe all’opera per connettere la tv ad internet e agli altri gadget. E' il caso di Clipsync, start-up californiana che sta lavorando ad una piattaforma online che permette ad un gruppo di utenti di guardare lo stesso video on demand o in diretta e di commentarlo in tempo reale. Anche gli altri colossi dell'elettronica (Sony, Intel, Motorola) stanno lavorando su questo fronte.

3D Mobile - Dopo il cinema e la tv da salotto, la terza dimensione è pronta a sbarcare anche sui telefonini. Samsung già commercializza in Corea del Sud uno smartphone futuristico in grado di trasformare in 3D le normali immagini o video. Aggiungendo così profondità e maggior coinvolgimento. La stessa Google sta investendo su questo fronte, con il recente acquisto di BumpTop, startup specializzata nelle interfacce tridimensionali. Al di là dei filmati video, la terza dimensione potrebbe rivoluzionare anche l'ambito dei videogame.

Ricerche in tempo reale - Con il boom degli status update su Twitter e Facebook, il web sta nuovamente cambiando volto. È su questi social-network (e non sulle vecchie pagine statiche) che ora si trovano le informazioni più aggiornate e rilevanti. I motori di ricerca devono quindi aggiornarsi al nuovo paradigma. E questo lo sa bene Google: il colosso di Mountain View ha costruito una fortuna sul PageRank (l'algoritmo di categorizzazione delle pagine web) e ora si vede costretta a sviluppare una tecnologia simile anche per i contenuti di Twitter e Facebook. Ma l'impresa non è così facile: come stabilire qual è il miglior risultato (e cioè quello più rilevante e autorevole) nella babele di tweet e status update? Ancora nessuno ha la formula magica. Nemmeno Google.

Video: Il real-time search di Google



Tra le altre tecnologie emergenti segnalate da Technology Review troviamo:
- Cemento green in grado di immagazzinare le emissioni di CO2
- Cellule staminali intelligenti
- Chip da indossare per tenere sotto controllo la salute
- Carburante solare realizzato grazie a microrganismi
- Gli anticorpi a doppia azione contro il cancro
- Fotovoltaico di nuova generazione
- Cloud computing